Afghanistan, overdose tra militari australiani: forze speciali sottoposte a test antidroga

Tutti i 300 incursori delle forze speciali australiane in Afghanistan saranno sottoposti a test antidroga, dopo che uno di loro e’ stato trovato privo di sensi in branda per apparente overdose, con accanto pillole e una polvere bianca che viene analizzata, ma si sospetta sia un oppiaceo. Il militare, la cui unita’ era appena tornata da un’estesa operazione contro i talebani, e’ stato trasferito in ospedale in Germania dove versa in gravi condizioni.

Il comandante delle forze armate maresciallo dell’aria Angus Houston ha assicurato che nessun soldato australiano e’ stato sospettato di abuso di oppiacei da quando e’ iniziato l’impegno militare nel 2001. Un’inchiesta militare presieduta da un giurista civile sara’ incaricata di indagare sull’episodio e sull’efficacia del regime militare di test antidroga. In una conferenza stampa Houston, visibilmente scosso, ha detto che vi sara’ un’indagine anche sui ‘festeggiamenti’ tenuti dall’unita’ nella base la sera prima al ritorno dalla missione, quando il comandante ha permesso in via eccezionale la distribuzione di alcool.

Le forze speciali australiane secondo le previsioni prenderanno parte all’imminente offensiva dell’Isaf contro gli insorti nella provincia di Kandahar.

Aduc