F1: La Red Bull vuole prolungare il contratto di Vettel

Sebastian Vettel (Red Bull) e il suo Team Principal, Christian Horner

La scuderia di proprietà di Mateschitz ha già iniziato a muoversi per ottenere un prolungamento del contratto di Vettel, che al momento vede il tedesco legato alla squadra di base a Milton-Keynes fino al termine del 2012.

Nonostante ci siano ancora due stagioni intere prima della scadenza, il team ha deciso di assicurarsi il futuro del campione, evitando che quanto successo la scorsa domenica nel Gran Premio di Turchia possa in qualche modo portare Vettel a cercare un’altra sistemazione.

La sana rivalità tra compagni è sfociata, infatti, nel tentativo di sorpasso di Vettel ai danni di Webber e che ha causato il ritiro del primo e il terzo posto sul traguardo del leader della Classifica generale. Il modo in cui i dirigenti della scuderia hanno gestito la situazione sia con i piloti che con i media rispecchia la mancanza di esperienza come squadra in uno sport complesso quale è la Formula 1.

Il Team Principal, Christian Horner, ha raccontato un’ulteriore retroscena di quanto successo: “Mark aveva problemi alle gomme posteriori e un paio di giri prima del contatto aveva chiesto via radio di ‘rallentare’ Sebastian, che gli stava mettendo troppa pressione poiché seguito da vicino dai due della McLaren”.

Il numero uno al muretto ha aggiunto che sicuramente i piloti riusciranno a chiarirsi prima del Gran Premio del Canada: “Probabilmente non si siederanno ad un tavolo per bere qualcosa insieme, ma sono dei professionisti e in quanto tali metteranno da parte i loro problemi personali per concentrarsi sulla squadra”.

Alessia Anselmo