Tennis Roland Garros, la finale è Nadal-Soderling

PARIGI – Rafa Nadal (nella foto) contro Robin Soderling: è questa la finale di domani al Roland Garros. In semifinale il mancino spagnolo, grande favorito, non ha avuto problemi contro la sorpresa del torneo, il ventinovenne Jurgen Melzer, numero 22 del seeding, pure lui mancino, protagonista nei quarti dell’eliminazione del serbo Novak Djokovic (n.3). Rafa si è imposto in tre veloci set: 62 63 76 (6).

Era da 15 anni che a Parigi non c’era un semifinalista austriaco: nel 1995 Thomas Muster conquistò il titolo. Melzer non è però riuscito ad opporre una seria resistenza a Nadal, che ha dominato senza lasciare chance al rivale. Il maiorchino ha avuto un piccolo passaggio a vuoto solo alla fine del terzo set, quando è andato a servire sul 5-4 ed ha ceduto il turno di battuta commettendo un doppio fallo.

Rafa nel 2010 ha vinto tutto quella che c’era da vincere sulla terra rossa: Monte Carlo, Roma, Madrid. Qui a Parigi non ha sinora lasciato neppure un set agli avversari, anche se lui continua a dire che non sta giocando al top. Vincendo lo Slam francese il mancino spagnolo (già quattro volte campione al Roland Garros, dal 2005 al 2008), che lo scorso 3 giugno ha compiuto 24 anni, scavalcherebbe in testa al ranking Atp il rivale Roger Federer, già fuori dai giochi: lo svizzero, attualmente numero uno, è stato infatti eliminato mercoledì da Soderling, che lo scorso anno aveva inflitto a Nadal l’unica sconfitta, sinora, al Roland Garros in sei partecipazioni.

Proprio Soderling ha segnato il bis. Per il secondo anno di fila il venticinquenne svedese si è qualificato per la finale parigina: lo scorso anno lo scandinavo fu battuto da Federer. L’ ultimo svedese a conquistare il titolo al Roland Garros è stato Mats Wilander nel 1988. In semifinale Soderling, quinto favorito del seeding, ha sconfitto per 63 36 57 63 63, in oltre tre ore e mezza di gioco, il ceco Tomas Berdych, numero 15 del tabellone, che giocava la sua prima semifinale Slam della carriera. Alla ricerca del diritto perduto per almeno tre set e con un servizio che ha funzionato a corrente alternata, il 25enne di Tibro ha in compenso avuto grande sostegno dal rovescio, soprattutto lungolinea.

Domani dunque la finale maschile. Sono cinque i precedenti tra Nadal e Soderling: lo spagnolo è in vantaggio 3-2, ma lo svedese ha vinto le ultime due sfide giocate lo scorso anno: ottavi del Roland Garros e round robin al Masters di Londra.

Fit