Mercati in ribasso, Borsa giapponese in forte calo, l’Euro ai minimi sul Dollaro

Venerdì scorso le Borse americane hanno chiuso in ribasso. Il dato sulla disoccupazione, in calo ha affossato i listini. Inoltre le dichiarazioni del governo ungherese su un possibile default dei conti magiari hanno creato timori sulla stabilità dell’Europa. Apertura di settimana difficile invece per i mercati, stamane le notizie negative arrivano dall’Estremo Oriente. Tokyo a metà seduta perdeva oltre il 4 per cento, con l’indice Nikkei in calo 365,95 punti a quota 9.504,24. La forte ripresa dello yen sta penalizzando le società che esportano verso l’Europa. Toyota, per esempio, è in forte calo; allo stesso modo scende la Canon. Ma non è solo il Giappone. Negativi anche i listini di Hong Kong e Sidney. Sul fronte valutario l’euro è sceso sotto 1,19 dollari per la prima volta dal 2006. La moneta unica europea ha toccato 1,188 sul biglietto verde. Riguardo il fronte valutario l’euro è scambiato a 1,1903 dollari e 108,64 yen sul mercato dei cambi di Tokyo, contro 1,1966 dollari e 109,72 yen di venerdì a Wall Street. Lo yen passa di mano a 91,26 sul dollaro, contro 91,69 yen di venerdì. L’Euro in mattinata ha toccato quota 1,1888 sulla moneta statunitense, il valore minimo dal 10 marzo 2006.

Paolo Battisti