Vacanze degli italiani, le tendenze e le mete più ambite

    Cascasse il mondo, ma difficilmente gli italiani sono disposti a rinunciare alle vacanze, sarà perché siamo discendenti di un popolo di navigatori, resta il fatto che in molti anche quest’anno saranno pronti a lasciarsi alle spalle per un po’: ufficio, vicini di casa, traffico cittadino e code al supermercato per rilassarsi in un posto da sogno, preferibilmente se esotico.

    Crisi o non crisi gli italiani hanno già le valige pronte! Magari hanno fatto un anno di sacrifici e di economie pur di risparmiare il necessario per pagarsi una meritata vacanza. Hanno rinunciato a mille cose durante l’inverno, ma le tanto sospirate vacanze per molti sono sacre e intoccabili.

    Nonostante l’estate sia iniziata di fatto solo da pochi giorni, e il sole, quello vero, lo stiamo vedendo e sentendo solo da poco, tutti sono già col pensiero proiettati alle tanto agognate vacanze.

    Fervono i preparativi e molti sono alla ricerca dell’offerta giusta, dell’affare, del last minute, i più impavidi sono disposti ad aspettare fino all’ultimo istante per cogliere al volo l’occasione, con la moda del momento: il last second!

    C’è invece chi non vuole rogne di nessun genere e vuole vivere una o due settimane di vacanza all’insegna del comfort più totale e con lungimiranza ha prenotato già molti mesi prima la meta turistica.

    Chi decide per la vacanza in coppia e chi invece per le vacanze separate ed utilizza proprio la villeggiatura per “staccarsi” per un po’ dal proprio partner.

    Insomma vediamo dettagliatamente quali sono le principali tendenze ed abitudini degli italiani per quest’estate.

    Grazie ai dati rilasciati dal noto portale di viaggi online Speedvacanze, prima agenzia specializzata in viaggi per single constatiamo un dato principale, di cui abbiamo già accennato poc’anzi: non c’è crisi che tenga, gli italiani non rinuncerebbero per nulla al mondo  alle meritate vacanze.

    Al massimo cercano di risparmiare scegliendo dei pacchetti più convenienti o rinunciano a qualche giorno di vacanza, ma le cifre sono talmente chiare che non lasciano alcuno spazio all’interpretazione: ben l’80% degli italiani va in vacanza.

    Questo è il dato comune, ossia la voglia di andare in vacanza sempre e comunque. Per tutto il resto ci sono grandissime differenze già solo prendendo come riferimento i dati delle preferenze e delle modalità di villeggiatura, che cambiano a seconda della provenienza degli italiani.

    Spiccano differenze macroscopiche fra Nord e Sud, ma anche fra Milano e Roma. Dai dati della ricerca realizzata da Speedvacanze fuoriescono due concezioni opposte di vacanza.

    I milanesi tendono a fare vacanze più corte al massimo di una settimana ma non rinunciando ad alcuna comodità grazie ai pacchetti all-inclusive. Mentre i romani, diversamente, scelgono vacanze più lunghe, anche di due settimane, puntando a risparmiare su tutti gli altri aspetti ed affidandosi molto sul fai da te.

    Naturalmente il tipo di vacanza cambia anche a seconda se viene fatta da una coppia (marito-moglie o fidanzato-fidanzata) oppure da un single.

    Chi va col proprio partner spesso non rinuncia ad alcuna comodità, scegliendo pacchetti completi all-inclusive e località molto all’insegna del relax.

    I single sono invece più disposti a vivere dei piccoli disagi “logistici”, rinunciando ad alberghi lussuosi e a trattamenti  da nababbi, per vacanze votate al divertimento più sfrenato a soprattutto alla vita notturna.

    Le località più ambite all’estero sono anche quest’anno la Spagna con: Barcellona, Ibiza, Formentera, Marbella e Palma de Maiorca; e la Grecia con: Mykonos, Creta, Santorini, Rodi e naturalmente Atene.

    Le località italiane molto popolari invece sono, manco a dirlo, tutta la Costa Smeralda, ma anche la Costa del Gargano, Palinuro e le Cinque Terre.

    Anche in questo caso i dati della ricerca fotografano una spaccatura tra nord e sud: mentre ad esempio a Milano il 62% sceglie di recarsi all’estero, a Roma il 58% dei vacanzieri resta all’interno dei confini nazionali.

    Gli italiani popolo di Santi, poeti e……viaggiatori!

    Fabio Porretta