Ferrari 458 Italia, 5 esclusivi esemplari da 627 CV firmati Oakley Design

    La Ferrari è sicuramente il marchio automobilistico più conosciuto al mondo. Provate a chiedere a chiunque incontriate per strada se conosca il marchio del cavallino rampante e tutti vi risponderanno, indistintamente e senza ombra di dubbio, di si.

    Anche l’indigeno nel cuore della Foresta Amazzonica alla domanda: “conosci la rossa?” risponderebbe allo stesso modo e magari facendo pure il verso del bolide con la bocca!

    Questo perché, la Ferrari nel corso dei decenni è entrata prepotentemente nell’immaginario collettivo grazie alle numerose vittorie nei più importanti circuiti e soprattutto grazie ad apparizioni in film celebri che l’hanno resa vera icona di bellezza e di lusso.

    Non a caso i collezionisti di auto d’epoca fanno pazzie pur di accaparrarsi qualche esemplare made in Maranello ancora disponibile, acquistandoli a cifre esorbitanti.

    Non a caso, non esiste vendita all’asta che non abbia almeno una Ferrari come “pezzo pregiato” e non esiste multimilionario al mondo che non abbia nel suo garage almeno un modello della supercar italiana. Anzi è più facile trovare quelli che ne abbiano più di una!

    E’ stato coniato perfino il termine “Rosso Ferrari” per indicare una tonalità di rosso particolarmente acceso e vivace.

    Un privilegio, quello di essere associato ad un colore, quasi unico e di cui solo pochissimi marchi prestigiosi possono fregiarsi. A memoria ricordo che ci sono “le frecce d’argento” Mercedes ed il verde “british” delle vecchie Rover.

    Anche se, le Ferrari oggi ce ne sono di mille colori, tutte ugualmente accattivanti: gialle, blu, nere, grigie e bianche come quella meravigliosa presentata da Oakley Design.

    Il noto tuner inglese ha elaborato la bellissima Ferrari 458 Italia realizzando 5 esclusivi esemplari sulla base della sportiva di Maranello.

    Rivisitata l’aerodinamica, l’estetica e la centralina elettronica del motore. Quest’ultimo vede aumentare la sua potenza del 10 %, da 570 a 627 CV, e la coppia massima del 5%, da 540 a 567 NM.

    Il merito di tali incrementi va soprattutto al nuovo impianto di aspirazione in carbonio dal calibro maggiorato, con airbox modificato e all’impianto di scarico nuovo di zecca.

    Anche l’aerodinamica risulta migliorata grazie ad uno spoiler anteriore che aggiunge ben 45 kg all’avantreno quando si toccano i 240 Km/h. Mentre toccata la stessa velocità, il retrotreno è caricato da ulteriori 25 kg, grazie al Gurney flap posteriore.

    Esteticamente poi, la 458 Italia assume un aspetto davvero interessante con la sua carrozzeria verniciata bicolore (nella foto, bianco perlato e nero) ma soprattutto anche grazie ai cerchi in lega leggera OZ Racing da 20 pollici, colore black ed ai pneumatici Pirelli Trofeo.

    Un’importante concausa del miglioramento delle prestazioni del bolide è rappresentata dalla riduzione del peso del corpo vettura, pari a 65 kg, grazie all’uso di materiali estremamente leggeri per l’aggiunta delle parti modificate e per il nuovo pannello del tetto.

    Da urlo le prestazioni, con uno 0-100 frantumato in 3 secondi netti ed una velocità massima di 330 km/h. Le modifiche del tuner inglese Oakley sono vendute anche separatamente e acquistabili aftermarket.

    Grazie a queste modifiche, tutt’altro che trascurabili per chi ama le prestazioni estreme e la perfezione in un’auto, ecco un altro cavallino rampante pronto a far girare la testa a tutti coloro che avranno la fortuna di vederselo sfrecciare accanto in tutta la sua folgorante bellezza.

    Fabio Porretta