Olanda, i liberalconservatori si aggiudicano le elezioni legislative per un solo seggio

Il leader dei liberali olandesi Mark Rutte

In Olanda il testa a testa è durato tutta la notte, finché questa mattina è giunto il responso delle elezioni legislative: la vittoria va ai liberal-conservatori di Mark Rutte, anche se per un solo seggio. Escono invece sconfitti i laburisti dell’ex sindaco di Amsterdam Job Cohen. Copiosi consensi anche per la destra xenofoba di Gert Wilders, che diventa il terzo partito del paese. Ma il gruppo guidato da Wilders potrebbe restare fuori dal governo. Infatti, in presenza di differenze così strette tra i partiti, l’unica possibilità di costruire una maggioranza solida è rappresentata dall’alleanza tra liberali e laburisti, con la partecipazione di democristiani e centristi, per creare quello che già in passato è stato definito ‘governo di unità nazionale‘.  Rutte, che sarà il primo premier liberale in Olanda dopo quasi un secolo, dovrà dunque organizzarsi per realizzare questo disegno. Ne emergerebbe una coalizione solida, almeno sulla carta, ma è probabile che non sarà facile gestire le differenze tra i partiti.

Tatiana Della Carità