Scrutini 2010, si assiste ad una progressiva maggiore severità nelle scuole

Si assiste, dai primi dati del ministerto dell’istruzione, ad una progressiva maggiore severità nelle scuole, soprattutto, spiega il Miur, negli istituti professionali e nei licei.

Quest’anno, gli studenti non ammessi all’esame sono il 6,1%, lo 0,6% in più rispetto lo scorso anno(5,5%) e nel caso in cui la proiezione si conservasse, i respinti a sostenere la maturità equivarrebbero in Italia a circa 28.500 studenti.

Problemi anche per i quattro anni delle superiori, infatti i risultati degli scrutini, riportano un numero di respinti pari al 13.1% contro l’11.7% dello scorso anno.

In definitiva i promossi di giugno risultano essere il 62.9% mentre il 24% circa ha il giudizio in sospeso e appunto il 13.1% dovrà ripetere l’anno.
I dati si riferiscono ai primi 200 istituti delle sei regioni dove sono già stati scrutinati 11.779 allievi.

Luca Bagaglini