Afghanistan, scoperto giacimento di litio e oro: la guerra continua!

Fermi tutti, dall’Afghanistan non ci si muove più. Fino a quando non sarà affermata la democrazia? No. Fino a quando non sarà chiaro il valore di un immenso giacimento minerario che potrebbe fruttare denari in quantità impensabili fino a poco tempo fa.

Ed infatti alcuni geologi statunitensi e ufficiali del pentagono hanno annunciato la scoperta di un giacimento di minerali il cui valore, secondo le prime stime, potrebbe essere di un “bilione” di dollari, ossia 820 mila milioni di euro. Non è un refuso: 820 mila milioni di euro. Così l’Afghanistan si potrebbe convertire in una delle più grandi potenze minerarie del mondo.

Il giacimento contiene oro, rame, cobalto, ferro e metalli strategici per lo sviluppo tecnologico. Come ad esempio il litio, che serve per le batterie dei computer e dei cellulari.

E ora qualcuno dice che l’Afghanistan potrebbe diventare l’Arabia Saudita del litio, tant’è che il giacimento trovano nella provincia meridionale di Ghazni è più grande di tutti quelli presenti in Bolivia, ossia il paese che fino ad oggi ha avuto la leadership in questo settore.

Come si rifletterà sulla guerra? C’è chi dice che i talebani potrebbe preparare nuove offensive per poter controllare quei territori; chi sostiene che il giacimento sarà un’ulteriore spinta perché le forze armate straniere restino in Afghanistan a lungo. Vedremo. Certo è che il tormentato paese fa gola a molti.

Gianni Cipriani