Camorra, colpo al clan dei Casalesi: arrestato Nicola Schiavone, figlio di Sandokan

    Questa mattina la squadra mobile di Caserta ha comunicato di aver arrestato Nicola Schiavone, figlio del boss del clan dei Casalesi Francesco Schiavone meglio noto come Sandokan. Nicola Schiavone è stato fermato nel corso di un blitz effettuato dalla polizia in un villino a Casal di Principe, in provincia di Caserta.
    Sulla base delle informazioni raccolte attraverso le intercettazioni telefoniche e delle rivelazioni di alcuni collaboratori di giustizia, Schiavone jr è considerato l’attuale reggente della fazione della cosca, ma per la legge è risultato incensurato fin al gennaio scorso, quando è stato condannato in primo grado a 2 anni e 8  mesi di reclusione per intestazione fittizia di beni.
    Ma il giovane boss si era reso irreperibile da diversi mesi ed ora è anche accusato di essere il mandante del triplice omicidio di Francesco Buonanno, Modestino Minutolo e Giovan Battista Briano, affiliati al clan uccisi per uno ‘sgarro’ a Villa di Briano.

    Pietro Grasso, procuratore nazionale Antimafia, ha espresso “vivo apprezzamento” per il lavoro svolto dalla Squadra mobile di Caserta, dal Servizio centrale operativo e dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli.
    “Abbiamo colpito nel cuore della potente organizzazione camorristica dei Casalesi -ha poi dichiarato il questore di Caserta Guido Longo– Schiavone era uno degli obiettivi primari delle forze dell’ordine e siamo riusciti a catturarlo a conclusione di un intenso lavoro di intelligence, in stretta collaborazione con la Dda partenopea”.

    Tatiana Della Carità