Collaboratore di Vasco Rossi in manette: Trenta grammi di coca in macchina

Vasco Rossi non se ne sarebbe accorto, dormiva, ma davanti al suo yacht attraccato nel porticciolo di Sanremo, i carabinieri hanno arrestato il suo più stretto collaboratore, Massimiliano Barbieri. Nascosti in uno dei fari posteriori del suv, Macho come lo è soprannominato nell’entourage del cantante, Barbieri nascondeva 30 grammi di cocaina. “E’ la mia droga”, ha confessato ai militari. Ma la dose è eccessiva per giudicarla ad “uso personale”. Il milanese, 36 anni, incensurato e mai segnalato alla Prefettura come assuntore di stupefacenti, è stato arrestato per”detenzione a fine di spaccio”.

Vasco però è “estraneo a questa vicenda”, ci tiene a precisare l’ufficio stampa del cantante. “Dormiva in barca. Dell’arresto ha saputo a cose fatte. E’ dispiaciuto e stupito”. Parla il portavoce perché Vasco, da Sanremo, è andato via lasciando sconsolatamente vuoto il suo yacht ormeggiato al molo di Portosole.

Sul suv Tuareg Volkswagen di Massimiliano “Macho” Barbieri, era nascosto anche un bilancino di precisione. I carabinieri avevano raccolto la confidenza di un collaboratore che annunciava l’arrivo, in giornata, della partita di droga destinata a rifornire una barca.