Robert Pattinson e le sue innumerevoli fobie

Sbarcano a Roma i protagonisti di ‘Eclipse’, terza puntata della saga vampiresca più famosa degli ultimi anni. L’atteso film, che vedrà la coppia Bella- Edward alla prese con un esercito di vampiri cattivi e, ovviamente, con il terzo ‘incomodo’ Jacob Black, sarà nelle nostre sale il 30 giugno. Nella giornata di oggi, 17 giugno, Taylor Lautner e Kristen Stewart, alias Jacob e Bella, sono a Roma per la promozione del film. Le fortunate che sono riuscite ad acquistare i 700 biglietti, potranno entrare all’Auditorium della Conciliazione, dove verrà proiettata un’anteprima di 15 minuti di ‘Eclipse’. Forse sarà una delusione per molte di loro, l’assenza di Robert Pattinson, probabilmente impegnato sul set del suo ultimo film. L’attore vuole dimostrare al mondo di non essere solo il vampiro buono Edward Cullen, personaggio che gli ha donato una fama immensa ma anche problemi non indifferenti.  Un esempio può esser la confessione rilasciata a ‘Nightline’, ove la giovane promessa del cinema, teme di morire a 30 anni: “È come se Dio dicesse: ehi, non avresti dovuto chiedere tanto”. Ma non finisce qui. Il povero Pattinson, teme di parlare con chiunque nel terrore che questo qualcuno, inventi una storia su di lui e la rivendere ai tabloid.  Un vero paranoico doc. Stessa paura quando esce con le donne: “Non potrò mai eguagliare l’immagine che i media hanno creato di me, non sono così macho. Oltre questo c’è sempre la paura che le donne vogliano uscire con me soltanto perchè son famoso, e con un po’ di sfortuna andrebbero direttamente dai tabloid di gossip subito dopo”. Dovrebbe godersi più la vita e non esser vittima del sistema mediatico e della sua stessa fama. Augurandoli di intuire presto il giusto equilibrio tra immagine pubblica e  privata, speriamo che abbandoni celere, queste inutili fobie.

Gioia Tagliente