Mondiali 2010: misure di sicurezza fallaci ed interviene David Beckham

Per i mondiali di calcio 2010, organizzati in Sudafrica, le misure di sicurezza, si sono dimostrate fallaci, in molte occasioni. Diversi i furti subiti dalle varie delegazioni, nelle proprie stanze d’albergo, sia che le camere fossero vuote, sia che fossero occupate dagli ignari clienti degli hotel. Un nuovo episodio mostra, appunto, che la gravità della questione è davvero seria. Al termine della partita tra Inghilterra e Algeria, chiusasi sullo 0-0 con grande disappunto di tutti, un tifoso inglese è riuscito a eludere la sorveglianza e a intrufolarsi nello spogliatoio di Gerrard e compagni. L’uomo, animato da rabbia e delusione per l’esito della gara, è andato su tutte le furie ma David Beckham, che ora fa parte dello staff di Fabio Capello, si è subito precipitato a calmare il tifoso, mentre gli altri giocatori erano paralizzati, più che dalla paura, dallo stupore per la falla nel sistema di sicurezza. Pericolo scampato, perciò, ma le perplessità sull’accaduto restano. 

Gioia Tagliente