Mondiali 2010, ma qualcuno si è accorto che non c’era Del Piero

Croce e delizia della nazionale, Alessandro Del Piero dal 95 era questo. Tutti a pensare a Francesco Totti, ricordiamo la sua totale assenza di fair play in Nazionale dallo sputo alla simulazione con la Korea, o a Sandro Nesta, per carità grandissimo difensore ma sempre rotto in nazionale.
Nessuno a pensare che Alex in questo Mondiale non c’era e senza fare polemica.
Ormai 36enne il capitano della Juventus si è attenuto alle regole e ha accettato le decisioni del Mister, profetizzando che lui ormai l’esterno di centrocampo è stufo di farlo e vorrei pure vedere.
Nessuno ha pensato che Alex negli ultimi 4 anni, se leviamo l’ultimo avaro di soddisfazioni per la juve, è sempre andato in doppia cifra risultando due volte capocannoniere della competizione in cui militava.
Ricordiamo che a Francia 98 quando DiBiagio stampava il pallone sulla traversa lui c’era, in Korea quando Totti simulava lui c’era, in Germania quando Grosso tirava il rigore lui l’aveva segnato cinque minuti prima.
Ora sicuramente il Mondiale con Alex non l’avremmo vinto lo stesso ma forse la sua fantasia lì davanti non c’avrebbe di certo fatto schifo.

Matteo Fantozzi