Mondiale 2010, Melo che figuraccia

Chissà cosa avrà pensato il tifoso juventino nel primo tempo quando ha visto Melo verticalizzare Robinho e mandarlo in porta. Chissà cosa avrà pensato quando il pallone entrato in rete dava il vantaggio al Brasile che voleva dire semifinale.
Beh pensava che i brocchi in nazionale diventano gigli meravigliosi.
Per poi pentirsi di quello che diceva poco dopo e rivedere il volto grigio di una stagione da un pò conclusa. Il volto di un ragazzo che fino a un anno fa sorrideva ma ora non ci riesce più. Perchè la partita di oggi è stato lo specchio di un anno che perseguita Melo, cose fantastiche e poi boom la luce si spenge e succede qualche disastro. La tacchettata sulla caviglia di Robben avrà fatto male si al centrocampista olandese ma molto di più ha ferito il tifoso juventino, che aveva sperato che Melo fosse tornato e poi boom la luce si è spenta di nuovo.

Matteo Fantozzi