Tragedia nel Congo: l’esplosione di un camion cisterna ha provocato la morte di 200 persone. I feriti sarebbero cento

Una immane tragedia si è consumata ad est della Repubblica democratica del Congo. Un camion cisterna ha preso fuoco incendiando un intero villaggio. Le autorità locali hanno calcolato che finora sono 200 le persone morte e almeno 100 quelle rimase ferite. Ma questo primo bilancio è destinato sicuramente a salire. L’autocarro si rovesciato a seguito di un urto violento, provocando una perdita di carburante con una conseguente fortissima esplosione (forse causata da un mozzicone di sigaretta), che è avvenuta mentre una folla di persone si era assiepata intorno al mezzo, allo scopo di prelevare più carburante possibile. Ad aggravare la situazione e quindi il conteggio delle vittime è che al centro di Sange (questo il nome del villaggio), vi è un mercato molto frequentato e inoltre molte persone erano chiuse in casa a guardare la partita dei Mondiali di Calcio.

Paolo Battisti