Maria Venturi ricorda Pietro Taricone

Pietro Taricone in una foto su "Gente"

La scrittrice Maria Venturi in un’intervista rilasciata al settimanale “Gente”, in edicola domani, ricorda Pietro Taricone: “Pietro era una persona autentica e intelligente. Dopo il piccolo tradimento di Kasia con Raz Degan facemmo un viaggio in auto insieme, gli chiesi come stava “si vede che avevo delle cose da farmi perdonare” mi disse. E io capii che in un mondo di analfabeti sentimentali, lui era uno che sapeva amare. In quel momento soffriva ma lui e Kasia Smutniak seppero ripartire. Era molto innamorato di lei e della loro bambina Sophie”

La Venturi continua: “A Pietro è sempre mancata la grande occasione professionale. A differenza di Luca Argentero, non ha mai avuto fortuna. Gli era rimasta addosso la patina di coatto. Era troppo identificato come palestrato”; la scrittrice conclude: “Per me Pietro Taricone é come il James Dean italiano: era uno che non fingeva e di questo, in un mondo di finzione, si sente la mancanza”.

Il settimanale pubblica, inoltre, alcune foto indite della fiction “La bella famiglia” girata da Taricone.

(Fonte Adnkronos)