Mondiali 2010, quarti di finale: Paraguay-Spagna 0-1, due rigori sbagliati, Villa ancora in goal

Villa affonda i sogni del Paraguay

JOHANNESBURG (Sudafrica) – Match sofferto, soffertissimo per le ‘Furie Rosse’. Ma imprevedibile, spettacolare e divertente, soprattutto nella ripresa. Dopo la clamorosa rimonta dell’Olanda sul Brasile, l’harakiri del Ghana e l’umiliante 4-0 rifilato dalla Germania all’Argentina, l’ultimo quarto di finale di Sudafrica2010 non poteva certo essere da meno. Anche Paraguay-Spagna è una gara fuori dal normale, ma per accorgersene bisogna attendere il primo quarto d’ora della ripresa. Il risultato è bloccato sullo 0-0, i sudamericani respingono gli attacchi e al 59′ colgono addirittura l’occasione di andare in vantaggio grazie a una trattenuta in area di Puyol su Cardozo. Lo stesso attaccante si incarica di battere il calcio di rigore che Casillas para. Nell’azione immediatamente successiva è invece Villa a procurarsi la massima punizione: Xabi Alonso va dal dischetto e realizza, ma l’arbitro Batres annulla per la presenza dei giocatori in area. Il centrocampista ripete l’esecuzione, ma Villar questa volta para e salva i suoi, anche se con qualche rischio. Sulla respinta, infatti, il portiere paraguaiano atterra Villa e il tiro di Sergio Ramos viene incredibilmente respinto sulla linea di porta da un difensore. Superati questi attimi infernali, la partita resta in equilibrio fino all’83, quando Villa, quasi in maniera comica, ribadisce in rete, con l’aiuto del palo, il tiro di Perdo precedentemente infrantosi sull’altro palo. Per finire, miracolo di Casillas all’89′ su Santa Cruz. La delusione di chi si aspettava una vittoria facile degli spagnoli si compensa con lo spettacolo visto in campo. I Campioni d’Europa approdano per la prima volta nella loro storia alle semifinali della Coppa del Mondo, dove adesso se la vedranno con la Germania. In un Mondiale ad alto coefficiente di imprevedibilità.
PARAGUAY-SPAGNA 0-1
38’st Villa
PARAGUAY (4-4-2) – Villar; Veron, Da Silva, Alcaraz, Morel; E. Barreto (19′ st Vera), V. Caceres (39′ st Barrios), Riveros, Santana; Cardozo, Valdez (26′ st Santa Cruz).
A disposizione – 4 Caniza, 5 J.C. Caceres, 6 Bonet, 10 Benitez, 12 D. Barreto, 17 A. Torres, 20 Ortigoza, 22 Bobadilla, 23 Gamarra. Allenatore – Martino.
SPAGNA (4-4-2) – Casillas; Sergio Ramos, Piquè, Puyol (39′ st Marchena), Capdevila; Busquets, Xabi Alonso (30′ st Pedro), Xavi, Iniesta; F. Torres (11′ st Fabregas), Villa.
A disposizione – 2 Albiol, 12 Valdes, 13 Mata, 17 Arbeloa, 19 Llorente, 20 Martinez, 21 David Silva, 22 Jesus Navas, 23 Reina. Allenatore – Del Bosque.
ARBITRO – Batres (Guatemala)
NOTE – Al 14’st Casillas para il rigore a Cardozo. Al 15′ Villar para la ripetizione del rigore a Xabi Alonso. Ammoniti Piquè (S), Busquets (S), Santana (P), V. Caceres (P), Alcaraz (P), Morel (P). Angoli: 7-1 per la Spagna. Recupero: 1′ e 3′. Spettatori: 55.359.