F1: Alla Ferrari serve presto una vittoria

Da sinistra: Felipe Massa e Fernando Alonso. I due piloti Ferrari cercano una vittoria a Silverstone, su un circuito sulla carta sfavorevole alla scuderia di Maranello

Tutti, alla scuderia di Maranello, sono d’accordo: serve una prova di forza al più presto, meglio se prima della pausa estiva.

Dopo la vittoria nel Gran Premio inaugurale della stagione in Bahrein, la Ferrari ha infatti perso terreno rispetto ai maggiori rivali, Red Bull e McLaren, rendendo possibile anche un avvicinamento da parte di Renault e Mercedes.

Gli ultimi due appuntamenti, in Canada e Spagna, pur se accompagnati da buone prestazioni, non hanno dato i risultati sperati. Quanto successo durante e dopo il Gran premio d’Europa, poi, non ha fatto altro che alimentare la frustrazione dei piloti.

Fernando Alonso, soprattutto, ha avuto da ridire sul comportamento di Hamilton che, avendo superato la safety-car, era stato penalizzato in ritardo; ciò aveva permesso all’inglese di non perdere alcuna posizione. Secondo lo spagnolo, “è dunque più conveniente fare i furbi che comportarsi correttamente”.

Anche la dirigenza della Ferrari aveva cercato di focalizzare l’attenzione della FIA su possibili comportamenti futuri causati da una politica permissiva come quella attuale, parlando per questo di una “gara falsata”.

Adesso, pare, però, che i toni si stiano smorzando anche perché la stessa scuderia di Maranello ha rischiato grosse penalità a causa delle dichiarazioni pesanti dei suoi esponenti e, forse, in questo Lewis Hamilton ci aveva pure messo del suo, con le frasi dei giorni scorsi in aspra polemica con Alonso che, a parer suo, avrebbe dovuto pensare più alla sua gara che a quanto accadeva ai suoi avversari.

I due, reduci da un 2007 alla McLaren fatto di competizione e scaramucce varie, hanno successivamente cercato di ritrattare, giustificando le loro affermazioni con la pressione che li circonda in questo periodo e la voglia di fare del proprio meglio.

La Ferrari ha annunciato che porterà alcuni aggiornamenti questo weekend in Inghilterra, riguardanti per lo più gli alettoni. Nuove versioni di componenti aerodinamiche saranno poi disponibili per il Gran Premio di Germania e per quello d’Ungheria. Nessuno nel Circus considera la scuderia italiana fuori dai giochi, anzi, cominciano tutti a temere il costante miglioramento delle prestazioni delle monoposto di Maranello. Speriamo che stavolta sia supportato dai risultati tanto attesi.

Alessia Anselmo