Iva Zanicchi: “Fini vada fuori dalle palle”

Durante il seguito programma radiofonico di trash politico “Un giorno da pecora” su Radiodue, l’eurodeputata  Iva Zanicchi (Pdl) si è espressa con toni davvero coloriti sulle ventilate tensioni interne al suo partito.

“Fini vada fuori dalle palle. Non è del Pdl. Se vuole andare che vada. Io stimo Berlusconi e mi auguro che ancora una volta con una delle sue zampate possa fare in modo che Fini poggi la sua testolina sulle spalle…”

E’ vero che la Zanicchi è una donna di spettacolo abituata alle grandi platee che non ha paura di parlare e di fare le sue scelte, ma è altrettanto vero che molti degli ultimi beceri commenti che la nostra politica ci sta regalando, non vanno troppo in fretta dimenticati. Le parole sono sempre parole, e hanno il loro considerevole peso legato ad una forte cassa di risonanza mediatica. Un saggio una volta ha detto: “il solo fatto di avere un megafono davanti alla bocca non significa avere anche un cervello con delle buone idee”.

Gli ultimi giorni gli davano grande ragione. E il prezzo è giusto?

Emiliano Stefanelli