F1: Ultime Prove a Silverstone, Vettel il migliore, bene anche le Ferrari

Sebastian Vettel (Red Bull) dialoga con il suo ingegnere di pista, Guillaume Rocquelin

Anche la terza sessione di Prove a Silverstone si è risolta in favore della scuderia Red Bull. Vettel ha chiuso con un ottimo tempo (1’30”958’”), seguito a ruota dal compagno di squadra, Webber.

Nel finale, però, c’è stata non poca apprensione per la squadra, che dovrà cercare di capire in tempo la causa del malfunzionamento del musetto della vettura del tedesco che ha improvvisamente ceduto sul rettilineo, costringendo il pilota ad una manovra difficile per mantenere il controllo della monoposto.

Inizialmente, si era pensato al dislivello dell’asfalto prima della curva Abbey, che ieri aveva già suscitato molte polemiche; successivamente, però, le immagini viste al rallentatore hanno fatto pensare ad un problema di fissaggio, poiché nel momento incriminato la Red Bull si trovava in cima ad uno dei tanti avvallamenti.

Vettel stava migliorando il suo tempo sul giro quando è stato costretto a ritirarsi ai box, rimanendo nonostante ciò imbattuto. Dietro le vetture di Mateschitz si sono piazzati Alonso, Rosberg e Massa. Lo spagnolo è rimasto a lungo in testa alla classifica quando tutti montavano gomme dure, tuttavia un problema lo ha costretto a non scendere in pista nei minuti finali della sessione.

Hamilton ha concluso al settimo posto, dietro Kubica. L’eroe di casa ha dovuto riadattare la sua guida con una McLaren priva dell’F-Duct, che pure era stato inventato dalla scuderia inglese e che male si adatta su questo tracciato. Anche Button ha provato la sua vettura senza il condotto, piazzandosi però al dodicesimo posto, segno che questa volta sarà dura per i due piloti lottare per la pole position nel Gran Premio di casa.

Le Qualifiche saranno visibili su Rai Due a partire dalle 14:00.

Alessia Anselmo