Milan, Pato ha deciso: resto fino al 2014

Pato, Ronaldinho e Huntelaar, tre attaccanti, una cer­tezza e due dubbi, due grossi dub­bi. La certezza è quella del più giovane dei tre, Alexandre Pato: «Preferisco non fare commenti sulla prestazione della Seleçao al Mondiale. Sono solo concentrato sul Milan e sul prossimo raduno del 20. Voglio lavorare duro affin­chè, chiunque sia il prossimo tec­nico della nazionale brasiliana mi tenga in considerazione» . La con­creta possibilità che tocchi a Leo­nardo, suo ex allenatore al Milan, l’eredità di Dunga lo mette in una posizione di privilegio. «Quando penso di tornare a giocare nel mio Paese, mi vedo solo con la maglia verdeoro e non con quella di qual­che club (come è successo per Adriano e Robinho, ndr). Ho un contratto col Milan fino al 2014 ed intendo rispettarlo. Fra 10 anni magari mi piacerebbe tornare, per chiudere la mia carriera con la maglia dell’Internacional, che è la squadra del mio cuore».

DINHO E IL BRASILE – Le certezze di Pato riversate ai microfoni di Tv Eband servono quanto meno a non aumentare la rabbia e la delu­sione dei tifosi milanisti. Rabbia, delusione e dubbi che nascono dal mercato e dal futuro di Ronaldin­ho. Secondo Ernesto Bronzetti, consulente di mercato del Milan, Dinho non si muoverà da Milanel­lo: «Ho parlato con suo fratello e mi ha detto che entrambi saranno in Italia il 20 luglio per il pre-riti­ro rossonero. Le voci sul suo tra­sferimento sono solo dicerie». Ma in Brasile le pressioni del Flamen­go e del Palmeiras sono forti. Per questo Roberto de Assis dice: «I rapporti con il presidente Berlu­sconi sono ottimi e vogliamo ri­spettarlo, lui adora Ronaldinho e se il Flamengo lo desidera dovrà prima trattare con il club in Ita­lia». Ma nel frattempo, de Assis ha incontrato sia i dirigenti del Palmeiras che la presidentessa del Flamengo, Patricia Amorim. «E’ stato un incontro casuale», si è affrettato a chiarire il fratello di Ronaldinho.

HUNTELAAR E IL BAYERN – Il merca­to del Milan gira intorno alla ces­sione di Klass Jan Huntelaar che ha già detto no a diversi club. Ma il Milan confida nel tecnico finali­sta dell’ultima Champions Lea­gue, Louis Van Gaal, connaziona­le di Huntelaar. I giornali olande­si scrivono che Van Gaal assisterà domani alla finale del Mondiale a Johannesburg dove cercherà di convincere Huntelaar ad accetta­re le offerte del Bayern. Van Gaal vorrebbe portare nel club bavare­se anche il portiere Stekelenburg.

Corrieredellosport.it