New Hampshire: Medusa di 18 kg ferisce 150 bagnanti, ma era già morta

Una tranquilla giornata di mare si è trasformata in un incubo per centinaia di bagnanti della spiaggia del Wallis Sands State Park, nel New Hampshire, dove la carcassa di una medusa ‘criniera di leone’ trasportata dalla marea ha provocato irritazioni a oltre 150 persone. A provocare ferite alle gambe e ai piedi delle decine di bagnanti che si trovavano in acqua, costringendo 5 bambini ad andare in ospedale per un controllo, sono stati i lunghissimi tentacoli dell’animale che, sebbene inanimati e in qualche caso del tutto staccati dal corpo, hanno conservato il loro potere urticante.

“La loro struttura cellulare fa sì che i tentacoli rimangano vivi anche se sono staccati dall’animale”, ha dichiarato Renee Zooble, biologa marina del New Hampshire Fish and Game Department. “Non vedevamo nulla in acqua venire verso di noi”, ha raccontato Kim Raiti, una dei bagnanti: “Niente che sapessimo di dover evitare”.
Le meduse ‘criniera di leone’, che arrivano a pesare circa 18 chili, sono molto frequenti nel Golfo del Maine, ma raramente si spingono a sud fino alle spiegge del New Hampshire. Spesso sono le stesse correnti marine a staccare i tentacoli dal corpo trasportandoli fino a riva. La spiaggia del Wallis Sands State Park, ‘visitata’ dalla medusa mercoledì scorso, è stata riaperta il giorno dopo, e qualcuno dei turisti ha proposto di conservare il corpo dell’animale e trasformarlo in un’attrazione turistica.
Adnkronos