Uccide il datore di lavoro per paura di essere licenziato. Ieri caso analogo

ROMA – Un assicuratore di 30 anni ha ucciso il suo agente per paura di essere licenziato. L’uomo ha colpito l’agente con una mazza poi l’ha buttato in una scarpata. L’uomo e’ stato arrestato e ha confessato. Il cadavere dell’agente, 60 anni, è stato trovato a Leonessa (Rieti).

L’assassino e il suo agente, di 60 anni, ieri mattina si erano incontrati per concludere un affare. Poi ne sarebbe nato un diverbio e l’assicuratore, temendo di perdere il posto di lavoro, avrebbe colpito con una mazza da baseball più volte l’agente alla testa. Poi ha trascinato il cadavere nella scarpata e lo ha coperto con delle foglie.

Ansa