Amichevole, Juve-Lione 2-1: gol di Pepe e Del Piero. Juve pronta all’ esordio in Europa League

Al termine della gara vinta contro il Lione, il tecnico della Juventus Gigi Delneri ha esternato la propria soddisfazione per la prestazione della sua squadra. Ecco le sue dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Sky Sport e trascritte da TuttoJuve.com:

Delneri, possiamo dire decisamente un passo avanti di questa Juve….

“Sì, secondo me bisogna lavorare molto, perchè spendiamo troppo, bisogna trovare le linee giuste. Però diciamo che ieri abbiamo lavorato molto e oggi abbiamo trovato una squadra di livello alla quale abbiamo concesso veramente poco. Abbiamo giocato per parecchio tempo in superiorità numerica, però le squadre di livello le soffri anche in dieci. Penso che la Juventus abbia sofferto poco stasera, ha dimostrato di essere abbastanza quadrata, anche se devo dire che secondo me possiamo migliorare, e di gran lunga, il nostro passo”.

La Juve è pronta adesso per i preliminari di Europa League?

“Per i preliminari penso di sì, perchè abbiamo incontrato il Lione che è una squadra che fa la Champions e adesso andiamo ad affrontare una formazione che magari sulla carta è un po’ più abbordabile, virgolettato. Però il campo è sempre strano, bisogna stare attenti, lavorare molto, prepararci per l’Europa League, ma prepararci anche per il campionato perchè per noi è fondamentale avere una Juve diversa dall’anno scorso”.

Questo Diego, con questo stato di forma, con questa voglia, è un’arma in più?

“Eh sta facendo il suo. Ha fatto molto bene. Devo dire che mi aspetto questo da lui. Forse un po’ più di continuità, per quello che è proprio il suo fisico. Però c’è da dire che la squadra ha lavorato molto in questo periodo, ha assimilato molto, comincia a pensare un po’ di più a mantener le linee, a concedere poco agli avversari e quindi direi che da questo punto di vista sono molto soddisfatto”.

L’undici iniziale, magari pensando all’inserimento di Pepe, può essere quello che vedremo all’esordio in Europa League?

“Ma no. Credo che per l’esordio di Europa League se la giochino anche Diego e Trezeguet e Amauri e Del Piero. Noi ne abbiamo quattro, perchè Iaquinta si è fatto male, e ho sempre detto che giocheranno quelli che ritengo più in forma. Loro questo lo sanno. Vediamo… da qui a giovedì c’è ancora tempo”.

Esordio assoluto per Pepe, esordio stagionale per Marchisio, come sono andati?

“Pepe l’ho visto bene, molto motivato. E’ un giocatore che si vede che ha caratteristiche importanti per noi. Sa attaccare lo spazio, ha cultura del lavoro, copre bene il campo. Marchisio ha fatto un tempo, ma d’altra parte non si può chiedere adesso a un giocatore, nel ruolo in cui è preposto, di giocare 90 minuti. Sono cinque giorni che fa allenamento, ha fatto 55 minuti, mi sembra che basti per stasera”.

Dal punto di vista tattico, dei movimenti e delle posizioni, è una Juve che somiglia sempre di più alla sua idea?

“No, per assomigliare alla mia idea ci vuole del tempo ancora. Però penso che a livello fisico, dopo, ci sarà il recupero di questo intenso mese di lavoro. Stasera ho visto una squadra molto motivata, molto attenta su quello che doveva fare, forse anche troppo tante volte, perchè adesso bisogna imparare a stare in campo e quando la Juve imparerà a stare in campo, la qualità dei giocatori farà la differenza”.

TuttoJuve.com