Daihatsu: stop alla produzione di Materia e Copen

    Non tutti sanno che la Daihatsu Motor è la casa automobilistica più antica del Giappone essendo stata fondata nel 1907, molto più antica dei marchi automobilistici del Sol Levante che oggi vanno per la maggiore: Nissan, Honda, Suzuki, Mitsubishi, Mazda e Toyota.

    Proprio la Toyota dal 1999 è diventata azionista di maggioranza delle quote di Daihatsu.

    La Daihatsu è da sempre specializzata nella produzione di autovetture di piccola e media cilindrata. Soprattutto auto da città, microscopiche citycar talmente piccole da sembrare dei giocattoli.

    Vi ricordate del cartoon Arale e Dr. Slump? Il manga demenziale scritto da Akira Toriyama? Ecco, le auto costruite dalla Daihatsu ricordano molto le mini-auto buffe, a dimensione d’uomo, disegnate dal noto fumettista giapponese.

    La caratteristica delle Daihatsu è sempre stata quella di auto dalla buona meccanica ma di dimensioni un pò troppo ristrette per soddisfare le esigenze dei clienti europei e soprattutto americani.

    Un esempio su tutte, la piccola Trevis, la versione di casa Daihatsu della Mini. Quest’ultima un’auto carinissima, simpatica e utile per il traffico cittadino, ma davvero troppo bonsai!

    Col tempo l’azienda giapponese ha arricchito la sua gamma, inserendo dei modelli molto più appetibili per gli occidentali come il Terios, suv compatto che ha riscosso un discreto successo di vendite per le sue enormi doti fuoristradistiche.

    Con Materia, monovolume di dimensioni contenute, le cose invece, non sono andate secondo le previsioni. A penalizzare il MPV compatto di casa Daihatsu la sua linea non molto attraente, che poco si “sposa” coi gusti degli europei.

    Dopo un primo periodo contornato da un incoraggiante numero di vendite, Daihatsu Materia ha subito un declino veloce ed inesorabile tanto che la casa asiatica ha deciso di mandarla anzitempo in “pensione”.

    Con lei anche la piccola coupè-spider Copen è destinata a subire la stessa sorte. I due modelli Daihatsu si apprestano ad uscire mestamente di scena.

    La produzione terminerà definitivamente a settembre 2010. Tuttavia, le Daihatsu Materia e Copen saranno ancora disponibili sul mercato europeo fino a tutto il primo semestre del 2011, per cercare di smaltire le rimanenze accumulate, gli ultimi esemplari prodotti.

    Un’occasione per “strappare” dei prezzi molto vantaggiosi, per acquistare un’auto nuova ma a prezzi di liquidazione. Ricordiamo velocemente le caratteristiche delle due vetture che si apprestano a fare ” l’ultimo canto del cigno “.

    Daihatsu Materia caratterizzata da una linea molto singolare, una vettura comoda che grazie alla sua enorme versatilità è rivolta soprattutto alla famiglia.

    Anche se dalle dimensioni compatte (3,80 x 1,69 x 1,64 metri), la sua notevole altezza rende però possibile un’abilità da classe superiore valorizzata anche da soluzioni interne atte ad ottimizzare lo sfruttamento dello spazio: i sedili posteriori sono scorrevoli e abbattibili.

    Materia risulta adatta all’ambiente urbano e molto agile grazie ai 105 cv del suo propulsore, un 1,5 litri quattro cilindri benzina, con 132 Nm di coppia massima disponibili. Infine ricordiamo l’ottimo rapporto qualità/prezzo.

    Linee semplici e simpatiche, ma soprattuto le sue dimensioni very small (solo 3,44 metri di lunghezza), fanno della Daihatsu Copen un’auto giocattolo.

    I fari rotondi sommati alla grande mascherina danno a questa piccola cabrio-coupè un’aria che ispira grande simpatia. Osservando il frontale, sembra che la Copen abbia una bocca sorridente.

    Insomma la giapponesina di casa Daihatsu è un’auto sfiziosa e dall’aspetto gioioso.

    La Copen è proposta in un’unica motorizzazione: un 4 cilindri benzina di 1,3 litri a 16 valvole, che va da 0 a 100 km/h in 9,5 secondi. Una piccola-grande auto dalla doppia anima: l’aspetto da cartone animato nasconde in realtà un cuore sportivo e grintoso.

    Un’auto davvero divertente da guidare e l’ideale per chi non riduca tutto a solo una questione di dimensioni e lunghezza!

    Ad oggi, solo le filiali di Olanda e Germania della casa giapponese hanno annunciato l’imminente uscita dei due modelli dai propri listini. Si attende a breve anche una comunicazione ufficiale da parte della sede centrale di Daihatsu.

    Nel nostro Paese, dal debutto a oggi sono state vendute circa 670 esemplari di Daihatsu Copen; poco più di 3.000 esemplari per la Daihatsu Materia.

    Fabio Porretta