Fiat, parla Epifani (Cgil): mercoledi a Torino ridiscutiamo tutto, anche Pomigliano

Roma, 25 lug. Dietro la “rottura” della Fiat “con l’identità territoriale” c’è “più un’idea finanziaria che industriale”. Lo dice il segretario della Cgil, Guglielmo Epifani, in un’intervista a ‘Repubblica’. A suo giudizio, al tavolo di mercoledì che si terrà a Torino, ci sono le possibilità di un disgelo “a due condizioni”. “Che l’incontro possa portare a dare certezze sugli investimenti in Italia e la difesa dell’occupazione” e che si trovi “una modalità per riaprire il confronto su tutti gli stabilimenti italiani, Pomigliano compreso”. “Non mi convince – sottolinea – il fatto che per non provare a riaprire il confronto con Fiom e Cgil si cerchino artifici formali per rendere esigibile l’accordo”. Quanto alla possibilità di creare una new company per Pomigliano, afferma: “Sarebbe un atto grave e miope. Non riesco infatti a trovare una convenienza a seguire questa strada”.

Apcom