Lega Nord, Bossi: “Chi litiga lo sbatto fuori, il nostro progetto è la libertà della Padania”

“La decisione su chi sara’ il nuovo ministro allo Sviluppo Economico spetta a Berlusconi”. Cosi’ il leader della Lega Nord Umberto Bossi, rispondendo alle domande dei cronisti la scorsa notte a tarda ora a Lezzeno (Como), sull’ipotesi della nomina del viceministro alle Comunicazioni, Paolo Romani, come nuovo ministro allo Sviluppo Economico dopo le dimissioni di Claudio Scajola.

“Nella Lega Nord non c’e’ casino, va tutto bene e nessuno avra’ la soddisfazione di vederci litigare”. Lo ha detto il leader del Carroccio Umberto Bossi, la scorsa notte a tarda ora, durante un comizio a Lezzeno (Como), parlando delle indiscrezioni riportate dalla stampa su presunte divisioni all’interno del partito. “Abbiamo un programma troppo grande, la liberta’ della Padania, e chi litiga lo sbatto fuori”, ha aggiunto. Bossi e’ intervenuto alla festa della sezione locale della Lega Nord, dove era atteso dai militanti, ed e’ salito sul palco assieme al capogruppo della Lega Nord al Senato Federico Bricolo e alla vicepresidente del Senato Rosy Mauro.

Durante il comizio Bossi ha parlato del federalismo ribadendo che “la Padania si fara” e ha attaccato duramente i giornalisti. “Ci sono alcuni giornalisti che pregano perche’ non cambi nulla, e perche’ il Paese resti cosi’ com’e’ – ha detto – e inventano le cose dietro pagamento. Speriamo che non ci sia gentaglia come loro nella Padania libera”, ha concluso.

Rainews24