Musica, Patty Pravo: “Vorrei dirigere un’orchestra. Ho studiato per farlo e vorrei ricominciare da lì”

Roma, 26 lug. “Vorrei dirigere un’orchestra. Ho studiato per farlo e vorrei tornare indietro e ricominciare da lì. Ma prima avrei bisogno di almeno un anno di studio”. A dichiararlo è Patty Pravo in pausa dalla tournée ‘Senza vergogna’ che la porterà in giro per il mondo fino al 2011. La cantante considera il palco la migliore panacea da sempre: “Faccio un lavoro talmente bello. Se sono malata e salgo sul palco, guarisco. E poi certo che sono stanca, – spiega al settimanale ‘Grazia’, in edicola domani – non dormo mai: tre ore a notte, non di più. Mi hanno fatto gli esami per capire perché, ma niente. È così e basta”. E soffre la notte: “Giro per casa. Cammino sul tapis-roulant, accendo la tv e poi la spengo perché mi fa orrore. Scrivo. Adesso sto lavorando alla storia di un ragazzo triste: gli spiego che la vita gira, e che non deve averne paura”. Il tour si chiama ‘Senza vergogna’: “Come sono io. Non provo quel genere di sentimenti: vergogna, gelosia… Boh. Ai miei mariti ho sempre detto: ‘Vai con chi ti pare ma torna contento’. Ed è orgogliosa di “aver saputo scegliere”. “Dal non aver voluto figli all’essermene andata per qualche tempo dallo showbusiness. C’è stato un periodo, intorno ai 30 anni, in cui ho capito di dover staccare. Mi sono detta: se vado avanti così, con tutti ‘sti fari addosso, finisco male. E ho scelto il deserto. Letteralmente: sono andata in mezzo alle dune”.

Apcom