15 cose che forse non sapete dei Simpson

Alzi la mano chi non conosce i Simpson! Il cartoon cult nato alla fine degli anni ’80 dalla mente geniale di Matt Groening.

I Simpson, la famiglia più famosa d’America, tutta sgangherata composta da: Homer, Marge, Burt, Lisa e Maggie; senza trascurare i due animali domestici: Piccolo aiutante di Babbo Natale (cane) e Palla di neve (gatto).

Per anni ci hanno fatto compagnia all’ora di pranzo e di cena con le loro storie esilaranti, battute pungenti, sarcasmo e cinismo in quantità industriali.

Le disavventure di Homer & Co. hanno illustrato in tono ironico e dissacrante il modus vivendi dell’americano medio. L’obiettivo del cartoon è quello di dar luogo alla parodia del cittadino a “stelle e strisce” comune, con tutti i suoi difetti e punti deboli senza tralasciare nessun aspetto.

I Simpson in poco tempo hanno raggiunto fama e successo a livello planetario, entrando nei cuori di milioni di fans. Ben presto sono diventati un fenomeno culturale e sociale, conquistando trasversalmente le critiche positive anche dai cosiddetti intellettuali.

Ecco a voi un elenco di 15 notizie riguardo ai famosi protagonisti di Springfield e di cui forse non siete a conoscenza:

1. I Simpson sono apparsi per la prima volta come parte della Tracey Ullman Show il 19 aprile del 1987. Nel 1992 Ullman fece causa alla Fox ritenendo che il suo show fosse la fonte del successo della serie e pertanto i profitti dovevano essere divisi, ma la corte rigettò le sue richieste.

2. La serie è stata creata da Matt Groening con l’obiettivo di realizzare uno show che potesse offrire al pubblico l’alternativa a quello che era chiamato The Mainstram Trash.

3. Danny Elfman ha impiegato ben due giorni per comporre la tipica colonna sonora nel 1989.

4. Ogni episodio ha richiesto, per la sua produzione, ben sei mesi. I team di sviluppo erano generalmente composti da 16 scrittori che proponevano le loro idee ogni dicembre.

5. Groening, nell’assegnare i nomi ai protagonisti ha anagrammato quelli dei suoi familiari: Bart, ad esempio prende il nome da Brat.

6. Le voci dei personaggi dei Simpson sono doppiate da sei attori. Nel 1998, però, la Fox minaccio di licenziarli ma per fortuna la cosa fu presto risolta.

7. La gag del divano che si vede all’inizio di ogni episodio permette di modulare la lunghezza dell’episodio stesso in quanto può variare dai 5 ai 46 secondi.

8. I Simpson hanno conquistato il record mondiale per aver rappresentato più di 600 personaggi famosi tra cui: Paul McCartney, Andrè Agassi, Sting, Mike Tyson, Barry White, e tanti altri.

9. I Simpson sono doppiati in molte lingue come giapponese, tedesco, spagnolo e perfino arabo. In Arabia Homer beve soda al posto della birra e salsiccia di carne egiziana invece che hot dogs, in osservanza dei costumi islamici.

10. Nella loro diciannovesima stagione hanno conquistato 7,7 milioni di telespettatori contro una media di 13,4 nella prima.

11. La famosa espressione homeriana Doh! ora è inclusa nell’Oxford English Dictionary.

12. La sceneggiatura è stata riscritta più di 100 volte prima di essere lanciata nel 2001.

13. Nell’aprile del 2009 il servizio postale americano ha prodotto una serie di cinque francobolli da 44 centesimi per celebrare il 20° anniversario dei Simpson. Si tratta della prima serie televisiva ad aver ricevuto tale riconoscimento.

14. Tre miliardi di dollari sono stati guadagnati solo per i diritti TV. E il merchandising è stato di circa 1,65 miliardi di dollari in un solo anno.

15. Più di 150 personaggi sono stati regolarmente utilizzati nello show compresi quelli principali, le comparse e quelli invece costanti.

Fabio Porretta