Genoa-Veloso, accordo raggiunto con lo Sporting Lisbona: centrocampista portoghese tra due giorni in Italia

Miguel Veloso al Genoa, è partito il conto alla rovescia. Lo sbarco in Italia del centrocampista portoghese, rientrato ieri dagli Stati Uniti dopo la vittoriosa tournée con lo Sporting, è atteso per giovedì.

L’accordo con il club di Lisbona, infatti, è già stato trovato nei giorni scorsi: circa 9 milioni di euro più il cartellino di Alberto Zapater. In queste ore stanno andando avanti i contatti tra la dirigenza genoana e il procuratore del giocatore, Jorge Mendes, per definire anche la questione ingaggio. E in programma c’è l’incontro del giocatore con il presidente Preziosi.

«Voglio capire se ha le motivazioni giuste per venire al Genoa ma sono molto fiducioso», ha spiegato sabato il patron rossoblù. Un esame che un altro portoghese, Quaresma, l’anno scorso non superò. Veloso, invece, è un giocatore in ascesa, uno dei migliori talenti a livello europeo: ancora recentemente ha confidato di volersi confrontare al più presto con il calcio italiano, con la serie A, che resta uno dei campionati più difficili del mondo. Motivazioni forti, come quelle di Eduardo, compagno di nazionale che Veloso ritroverà in maglia rossoblù. I dirigenti del Grifone, qualche settimana, rimasero conquistati dall’entusiasmo del portiere, entusiasmo che poi si rivelò decisivo durante la trattativa con il Braga. Per quanto riguarda Zapater, lo spagnolo continua ad allenarsi a Neustift, ma la sua faccia scura racconta tutta la delusione per un’avventura italiana che sta per concludersi.

Lo Sporting, intanto, è atteso dal terzo turno preliminare di Europa League, gara di andata in programma proprio giovedì alle 20.30 in trasferta, contro i danesi del Nordsjaelland.

Impegno importante nell’ottica di un’avventura europea ma decisamente abbordabile. In ogni caso la dirigenza vuole mantenere alta la concentrazione e in questo senso possono essere lette le dichiarazioni del direttore sportivo Costinha. «Veloso al Genoa? Parlo solo quando c’è qualcosa di vero. Per adesso Miguel resta con la squadra e ha un biglietto per Copenhagen». Parole che sembrano soprattutto gettare una cortina fumogena su un’operazione di fatto già conclusa.

Il diesse del club portoghese è l’ex centrocampista dell’Atalanta, che ha concluso la sua avventura da giocatore in Italia nel febbraio scorso. Subito dopo ha iniziato la carriera da dirigente nel club dei Leoes.

L’arrivo di Miguel Veloso allontana definitivamente quello di Kevin Prince Boateng. Sul ghanese ci sarebbe, molto forte, l’interesse dello Stoke City.

Intanto il messicano Rafa Marquez, altro vecchio obiettivo del mercato rossoblù, sta per risolvere il suo contratto con il Barcellona e trasferirsi ai New York Red Bulls, dove ritroverà l’ex compagno di squadra Thierry Henry.

Con Zuculini e Veloso il centrocampo rossoblù diventa improvvisamente affollatissimo, tenendo conto anche del fatto che Rossi viene sempre più di frequente provato al centro. Gli indiziati per una possibili cessione sono Milanetto e Kharja. Per il primo si parla di un interesse, non confermato, del Torino, a cui non andrà Tachtsidis. Sul marocchino, invece, c’è sempre vigile il Palermo.

Tra i due ha sicuramente più mercato Kharja, anche se Gasperini ha ribadito di puntare molto sul suo recupero, dopo la stagione scorsa in cui, a causa dell’infortunio, non è riuscito ad esprimere tutte le sue potenzialità. Ogni estate si parla di una partenza di Milanetto ma poi, con l’inizio della stagione, il giocatore diventa un titolare inamovibile. In effetti questa volta la società si è assicurata diversi centrocampisti e in quella zona del campo c’è parecchia abbondanza. I rapporti tra il presidente Preziosi ed il giocatore sono ottimi e, di sicuro, una soluzione si troverà. «L’interessamento del Torino? Non mi risulta, anche se ad Omar gli estimatori non mancano», ha spiegato il suo agente, Beppe Galli, a pianetagenoa1893.it. Galli è anche il procuratore di Kharja, si dice sicuro della sua conferma in rossoblù: «Resterà sicuramente in rossoblù. Ha grandi qualità tecniche. Lo scorso anno non ha potuto dimostrare tutto il suo valore a causa di due infortuni ma ora sta lavorando al meglio per farsi trovare pronto».

Per quanto riguarda Acquafresca, da registrare le parole di Cellino, presidente del Cagliari: «Massimo rispetto per il Genoa, adesso il giocatore si sta allenando con la squadra. Abbiamo trattato il giocatore prima che andasse in ritiro».

IlSecoloXIX