Brancher, richiesti due anni di carcere dal Pm di Milano

Due anni di carcere e seimila euro di multa. E’ questa la richiesta del pm di Milano Eugenio Fusco a carico dell’ex ministro Aldo Brancher, accusato di appropriazione indebita nell’ambito dell’inchiesta sul tentativo di scalata del Banco Popolare di Lodi ad Antonveneta. Insieme a Brancher è imputata anche la moglie Luana Magnezzo. Il coinvolgimento nel processo Antonveneta, che si sta svolgendo in forma abbreviata, è stato all’origine della bufera che ha travolto Brancher dopo la nomina a ministro per la sussidiarietà e il decentramento e l’ipotesi che potesse avvalersi del “legittimo impedimento” per rinviare il processo.

Fonte: Apcom