Calcio, Ribery: Ho fatto sesso con Zahia Dehar (la prosituta minorenne), ma non sapevo fosse così giovane

Roma, 28 lug. Franck Ribery ha ammesso davanti agli inquirenti di avere avuto “delle relazioni sessuali con Zahia”, la prostituta che il fantasista del Bayern Monaco e della nazionale francese incontrò nell’aprile del 2009 quando questa era ancora minorenne. E che gli è costata, al pari del collega in nazionale Karim Benzema, attaccante del Real Madrid, l’accusa formale di favoreggiamento della prostituzione minorile. Lo si apprende da stralci dei verbali degli interrogatori avvenuti lo scorso 20 luglio a Parigi e pubblicati oggi da Le Parisien. Pur ammettendo di avere incontrato Zahia e di avere fatto sesso con la ragazza “ed una sua amica”, Ribery ha ribadito che non era a conoscenza del fatto che la ragazza, le cui rivelazioni hanno dato il via all’indagine, fosse minorenne. A procurargli l’incontro era stato un suo amico, Kamel R. “Ha gestito tutto lui, hotel, aereo, taxi, ovviamente ho pagato io”, ha detto Ribery ai giudici. “Ho pagato in contanti per non lasciare tracce ed evitare che mia moglie ne venisse a conoscenza”. Dall’inchiesta, però, sembrerebbe essere venuto alla luce – scrive Le Parisien – in realtà per le prenotazioni sarebbe stato usato il nome di un interprete al Bayer, mister Z., e che per i pagamenti sarebbe stata utilizzata una carta di credito di un familiare di questi. “Allora può darsi che io non ricordi bene e che sia stato Z. a muoversi per i biglietti”, ha detto Ribery. “Alle ragazze ho dato 100 euro”. Zahia aveva parlato di 700 euro. “E’ falso”, ha replicato il giocatore. Che ha poi raccontato: “Kamel e io abbiamo avuto rapporti sessuali con le ragazze, poi le abbiamo cambiate. Poi ho lasciate le due e mi sono rivisto con Kamel, al quale ho lasciato i 100 euro, per le spese del giorno dopo. Poco? Avevo già pagato aereo, hotel e ristorante. il tutto mi stava costando già troppo caro”. Ovvero, circa 2.000 euro. “Lei è venuta perché ero io, non per i soldi”, ha aggiunto Ribery. “Voleva venire a letto con me per il mio nome”. Il punto cruciale, però, è che la ragazza era minorenne. “Se l’avessi saputo, non ci sarei mai andato”, ha replicato Ribery. Di tutt’altro tono le spiegazioni di Benzema, che ha categoricamente negato di avere mai incontrato Zahira.

Apcom