Calciomercato Juventus, parte l’assalto finale al Wolfsburg per Dzeko

VARESE, 28 luglio – Ultimatum della Juve al Wol­fsburg: sette giorni di tempo per l’acquisto di Edin Dzeko. Scaduto questo termine, la socie­tà torinese potrebbe cambiare strategia pun­tando magari sull’esterno destro Krasic. Nel qual caso Marotta, non avendo più la possibi­lità di prendere un attaccante extracomunita­rio, punterebbe tutto su Pazzini o Gilardino che Samp e Fiorentina per ora hanno però blindato. Il quotidiano sportivo russo Soviet Sport ha scritto che la trattativa per la cessio­ne di Krasic alla Juve è ormai in dirittura di arrivo perchè il Cska Mosca avrebbe deciso di accettare l’offerta di 15 milioni presentata a giugno dal club bianconero, ma le cose non stanno in questi termini. Al contrario la Juve continua a puntare soprattutto su Dzeko per il posto da extracomunitario. Insomma, per ora non è sta­ta riallacciata la trattativa Krasic.

FREDDO – Il Wolfsburg ha mantenuto un atteg­giamento molto freddo nei confronti della Ju­ve con la quale non ha voluto aprire una vera e propria trattativa per Dzeko. I dirigenti tede­schi hanno invece corteggiato il Manchester City evidentemente con lo scopo di cedere il bosniaco al club inglese a un prezzo più alto e conveniente. Il Wolfsburg ha intanto ufficializzato l’acquisto dalla Dinamo di Zagabria del sostituto di Dzeko: si tratta del centravanti croato Mario Mandzukic, 24 anni, 52 gol in 110 partite tra campionato e nazionale che si tro­va già in Germania. L’arrivo del bomber po­trebbe di fatto sbloccare la situazione Dzeko.

RISORSE – In un primo momento il trasferimen­to di Dzeko alla Juve sembrava legato alla ces­sione di Diego. Adesso non è più così, o almeno non è più fondamentale fare cassa con la partenza del brasiliano perchè il presidente Andrea Agnelli ha trovato le risorse necessarie per acquistare il bosniaco: 30 milioni cash da versare nelle casse della so­cietà tedesca senza contro­partite tecniche. Il problema allora è la fred­dezza del Wolfsburg nei confronti della Juven­tus a dispetto invece della volontà del giocato­re il quale, di fronte alla prospettiva di anda­re al Manchester di Mancini per giocarsi ma­gari il posto con Balotelli o altri, preferirebbe sbarcare a Torino per diventare la punta di diamante di una Juventus nuova e ricca di am­bizioni.

HOENESS – Il direttore sportivo del Wolfsburg Hoeness sino a questo momento ha tolto tutte le speranze alla Juve che si è data un tempo massimo per arrivare al giocatore. Dzeko in­tanto sta facendo la sua parte: ha detto chiaro e tondo al suo club di preferire un trasferi­mento alla Juventus piuttosto che una cessio­ne al Manchester City. Per ora il desiderio dell’attac­cante di Sarajevo non è stato neanche preso in considera­zione, ma c’è ancora il tempo necessario perchè Juve e Wolfsburg concludano l’af­fare. Le pressioni del gioca­tore, l’arrivo di Mandzukic e i trenta milioni di euro sul tavolo potrebbero indurre il club tedesco a ce­dere.

Corrieredellosport.it