Messico, narcotraffico: ritrovate in strada otto teste umane

Otto teste umane sono state trovate su strade della periferia di Durango, nel nord del Messico in preda alle violenze dei narcotrafficanti. Lo ha reso noto la Procura della citta’ messicana. Le vittime, tutti giovani uomini apparentemente tra i 25 ed i 30 anni, non sono state ancora identificate ne’ sono stati rinvenuti i relativi corpi, precisa la procura in un comunicato. Due teste sono state rinvenute nello sterrato centrale di una strada che va da Durango a Gomez Palacio, citta’ sotto i riflettori da quando – domenica – e’ stata arrestata la direttrice della prigione locale con l’accusa di aver consentito ad un gruppo di detenuti di uscire di notte per compiere tre massacri (35 morti) con le armi dei secondini. Una di queste stragi, quella compiuta nella vicina Torreon uccidendo 17 giovani in una festa, aveva creato particolare inquietudine a meta’ mese. In Messico la guerra fra i cartelli della droga e fra questi e le forze dell’ordine ha gia’ fatto 25 morti dalla fine del 2006.

Ansa