Belen Rodriguez: “Non ho mai sniffato droga nei bagni della discoteca”

La fidanzata d’Italia in questi giorni è turbata e arrabbiata. Belen Rodriguez si sente vittima della stampa e di un sistema che, secondo lei, sfrutta la sua notorietà per far montare una notizia. Lunedì, a chi la cercava per avere un commento sull’inchiesta che coinvolge le due discoteche di Milano poi chiuse, l’Hollywood e The Club, declinava la richiesta con un accenno di fastidio e di stanchezza: «In queste cose non mi va di ficcare il naso, anche perché fanno sempre il mio nome per fare più rumore. Su questo argomento non ho nulla da dire: durante Vallettopoli hanno chiamato a testimoniare tutto il mondo dello spettacolo e di più, e io sono stata fra loro». Precisava, piuttosto, di non essere «mai stata indagata e meno che meno beccata a fare uso di sostanze in bagno», come circolava la voce.

Ieri e l’altro ieri l’umore era ben diverso. Dopo i titoli di tutti i quotidiani che la considerano la teste chiave nell’inchiesta su cocaina e tangenti, la showgirl nata a Buenos Aires ha cominciato a demoralizzarsi. Con le amiche si è sfogata: «Sarò anche la più famosa del gruppo, ma se uno non c’entra niente perché andare a prendere i verbali della mia vita privata?». Belen conosce i meccanismi della comunicazione, quegli stessi che l’hanno portata in questi due anni sulle copertine delle riviste patinate e negli articoli più letti dei siti online. Ma la cosa alla quale viene associato il suo nome le risulta troppo grande e grave.

«Non c’entrava niente mettermi in mezzo solo per fare tanto rumore», continua a ripetere. Insiste nel considerare un pezzo di vita privata quello che le viene imputato, cioè l’aver tirato di coca insieme con l’ex letterina di Passaparola Francesca Lodo, una cosa che lei stessa aveva ammesso interrogata ufficialmente dal pm Frank Di Maio il 27 marzo 2007 nell’ambito dell’inchiesta di Vallettopoli. «Ho venticinque anni, così mi rovinano», si è sfogata con persone a lei vicine. Proprio nelle stesse ore durante le quali il sindaco di Sanremo faceva la sua boutade: «Farò delle barricate perché sul palco dell’Ariston si presentino solo persone perbene e oneste. Non accetto che chi fa uso di droghe rappresenti l’immagine della città». Salvo poi correggersi più tardi: «La situazione di Morgan e quella di Belen sono diverse, anche se io resto contrarissimo all’uso di qualsiasi droga». Fabrizio Corona, (ex?) fidanzato di Belen, ieri al telefono raccomandava: «Lasciatela tranquilla, lei è una brava ragazza. Io no. Ma lei lo è davvero».

Corriere