Festival di Venezia, in concorso quattro film italiani e cinque Usa (tutti i titoli, i registi e gli attori)

Roma, 29 lug. Anche quest’anno sono quattro i film italiani in concorso alla 67ma Mostra del Cinema di Venezia, , in programma dal 1° al 12 settembre. Nella principale vetrina competitiva della mostra sfileranno, come da anticipazioni della vigilia, ‘Noi credevamo’ di Mario Martone, ‘La solitudine dei numeri primi’ di Saverio Costanzo, ‘La pecora nera’ di Ascanio Celestini e ‘La passione’ di Carlo Mazzacurati. Cinque invece le pellicole d’Oltreoceano. Oltre all’annunciato film d’apertura, ‘Black Swan’ del regista Darren Aronofsky (gia’ Leone d’Oro con ‘The Wrestler’ nel 2008), si sfideranno nel concorso principale anche ‘Somewhere’ di Sofia Coppola, che vede nela cast accanto a Benicio del Toro anche le nostre Laura Chiatti e Simona Ventura, ‘Promises written in water’ di Vincent Gallo, ‘Road to nowhere’ di Monte Hellman, che vede nel cast anche Fabio Testi, e ‘Meek’s Cutoff’ di Kelly Reichardt.

Ma l’America è presente anche in altri due film della selezione principale: ‘Miral’ di Julian Schnabel, una coproduzione tra Usa, Francia, Italia e Israele che vede nel cast Freida Pinto, Willem Dafoe e Vanessa Redgrave e ‘Barney’s version’ di Richard J. Lewis, coprodotto da Canada e Italia e interpretato da Dustin Hoffmann e Paul Giamatti.

Oltre ai 22 film del concorso annunciati oggi, come da tradizione, ci sarà anche un ‘film a sorpresa’ che verrà però svelato solo a festival iniziato, lunedì 6 settembre.

Completano la selezione ufficiale: il francese ‘Happy Few’ di Antony Cordier, ‘Silent Souls’ del russo Aleksei Fedorchenko, ‘Balada Triste de Trompeta’ di Alex de la Iglesia, ‘Venus Noire’ di Abdel Kechiche, ‘Post Mortem’ di Pablo Larrain, ’13 Assassins’ di Miike Takashi, ‘Potiche’ di Francois Ozon, ‘Norwegian Wood’ di Tran Ahn Hung, il greco ‘Attenberg’ di Athina Rachel Tsangari , ‘Drei’ di Tom Tykwer e ‘Detective Dee and the Mistery of Phantom Flame’ di Tsui Hark.

Battenti bandiera tricolore, oltre all’annunciato ‘Vallanzasca – Gli angeli del male’ di Michele Placido, fuori concorso ci sono altri12 film: ‘Omaggio a Vittorio Gassman’ di Giancarlo Scarchilli, ‘Sorelle mai’ di Marco Bellocchio, ‘Niente paura’, il Ligabue-doc di Piergiorgio Gay, ‘Dante Ferretti: production designer’ di Gianfranco Giagni, ‘Notizie degli scavi’ di Emidio Greco, ‘Gorbaciof’ di Stefano Incerti, ‘Sei Venezia’ di Carlo Mazzacurati, ‘All inclusive 3D’ di Nadia Ranocchi e David Zamagni, ‘1960’ di Gabriele Salvatores, ‘La prima volta a Venezia’ di Antonello Sarno, ‘L’ultimo gattopardo: ritratto di Goffredo Lombardo’ di Giuseppe Tornatore, e ‘Passione’ documentario italiano firmato da John Turturro.

A completare il fuori competizione: nel 70° della nascita di Bruce Lee, ‘Legend of the Fist: The Return of Chen Zhen’ di Andrew Lau in apertura, ‘Machete’ di Robert Rodriguez a inaugurare Mezzanotte, ‘The Tempest’ di Julie Taymor a chiudere e poi ‘The Town’ di Ben Affleck, ‘I’m Still here: the Lost Year of Joaquin Phoenix’ di Casey Affleck, ‘The Last Movie’ (1971) di Dennis Hopper, ‘The Girl in Yellow Boots’ di Anurag Kashyap, ‘Showtime’ di Stanley Kwan, ‘Zebraman’ (2004) di Miike Takashi, ‘The Child’s Eye 3D’ dei fratelli Pang, ‘Raavanan’ di Mani Ratnam, ‘A Letter to Elia’ di Martin Scorsese e Kent Jones, ‘Shock Labirynth 3D’ di Takashi Shimizu, ‘Surviving Life’ di Jan Svankmayer, ‘Lope’ di Andrucha Waddington e ‘Space Guy’ di Zhang Yuan, mentre il Leone d’Oro alla carriera John Woo portera’ ‘Reign of Assassins’.

Adnkronos