Pancia gonfia, come debellarla

    La pancia gonfia è un disturbo fastidioso molto frequente detestato da tutte donne. A chi non è mai capitato di sentirsi così? I gas sono presenti normalmente nel tratto gastrointestinale, ma quando sono smaltiti normalmente non creano fastidi particolari, essendo smaltiti tramite il canale intestinale o riassorbiti dal sangue ed eliminati attraverso la respirazione. Quando invece i sistemi di eliminazione non funzionano correttamente, sorgono i problemi. Il gonfiore può essere causato da problemi digestive o dagli alimenti che assumiamo.

    Ecco quali sono:
    – Il melitosio è uno zucchero contenuto nei fagioli, nel cavolo, nei cavoletti di Bruxelles, nei broccoli, negli asparagi e in altri vegetali a grani interi.
    – Il lattosio è anch’esso uno zucchero naturale, che si trova nel latte e i suoi derivati come formaggi, panna, yogurt, gelato.
    – Il sorbitolo è uno zucchero che si trova nella frutta. È inoltre usato come dolcificate in molti alimenti dietetici e nelle caramelle senza zucchero.
    – L’amido è contenuto in patate, mais, riso, pane, pasta e tutti i prodotti a base di farina. Tra il pane bianco e quello integrale è preferibile il primo, evitando la mollica e magari facendolo abbrustolire. Sono da evitare mais e patate poco cotti.
    – I legumi hanno una struttura complessa fatta di amido e proteine. Mettendoli a mollo prima di cucinarli è un buon modo per ridurre gli effetti collaterali.
    – Le bibite con le bollicine sono piene di anidride carbonica, che causa il gas e rallenta il processo di espulsione dallo stomaco
    – Gli oligosaccaridi non sono digeribili e fermentano. Si trovano in elevate quantità nei gambi di carciofi, cipolle e porri.
    – Un pasto ricco di grassi rallenta la digestione. L’olio d’oliva è meglio aggiungerlo a crudo: favorisce la peristalsi intestinale.
    – Evitare le gomme da masticare così come le sigarette.

    COSA FARE
    Innanzitutto è necessario, in base all’entità del disturbo, escludere eventuali patologie. In molti casi è necessario seguire una dieta sana e un corretto stile di vita, al quale associare se necessario dei farmaci o sostanze adsorbenti, come il carbone vegetale, il capsule o pastiglie. Anche finocchio, menta piperita e cumino possono essere d’aiuto. Non bisogna inoltre andare a dormire immediatamente dopo aver finito di pranzare o cenare, così come evitare di fare attività fisica dopo i pasti. È bene inoltre masticare bene e mangiare lentamente, evitando di mangiare in piedi ma sedendosi e rilassandosi. Sì alla frutta ma ben matura, e nei periodi in cui il gonfiore è accentuato è meglio consumarla cotta. Anche la verdura è preferibile mangiarla cotta, condita con olio a crudo e limone. Sì a yogurt magro, fette biscottate e formaggi stagionati come il grana.

    Libero.it