Fare ambiente, Forum sicurezza ambientale nel Mediterraneo: piattaforme petrolifere e gas

Si terrà il 5 agosto a Roma, nella Sala Biblioteca Eurispes, il Forum sulla sicurezza ambientale nel Mediterraneo promosso dall’Associazione Fare Ambiente in collaborazione con Eurispes e con il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (Cni).

ARGOMENTI – Il forum affronterà le questioni delle garanzie di una operatività in condizioni di sicurezza nel Mediterraneo, per evitare il ripetersi di disastri ambientale come quello del Golfo del Messico ed offrire elementi conoscitivi sulle iniziative in atto da parte delle Compagnie e degli Stati.
In particolare, verrà illustrato il progetto di Emilio Santori, referente scientifico di “Fare Ambiente”, per il monitoraggio delle operazioni, la valorizzazione dell’ambiente marino, il recupero ed il riutilizzo degli impianti al termine delle operazioni di sfruttamento, decomissioning.
È chiaro che un simile intervento richiede un alto grado di coscienza della sostenibilità delle attività economiche e di cooperazione internazionale per il quale sarebbe opportuno attivare con urgenza una iniziativa specifica dell’ Unione per il Mediterraneo, di cui lo Stato italiano dovrebbe farsi promotore.
Fondamentale è anche il ruolo attivo che dovrebbe essere svolto dalle Regioni, sia quelle che si affacciano sul Mare Adriatico, ma in modo specifico dalla Regione Sicilia, per l’elevato numero di piattaforme che gravitano nella sua area di pertinenza e per la innegabile centralità, non solo geografica, nel contesto del Mediterraneo.

SCALETTA – Il forum prenderà il via alle ore 10 con la relazione introduttiva di Vincenzo Pepe, presidente di Fare Ambiente, quella di Gian maria Fara, presidente dell’Eurispes, e di Giovanni Rolando, presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Dopo la presentazione del progetto “Sicurezza nel Mediterraneo” di Emilio Santori porterà il proprio contributo anche l’on. Angelo Alessandri, presidente della Commissione Ambiente alla Camera dei Deputati e l’incontro proseguirà con una serie di interventi programmati.

Fonte: Aise