Giffoni Film festival: BO, nella categoria Generator +16 vince il premio CIAL

Il Premio Ambiente CIAL, istituito nel 2005 con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, è stato assegnato da una giuria di nove studenti scelti da CIAL e dal Giffoni attraverso il concorso nazionale “Obiettivo Alluminio” al film belga BO, in concorso nella categoria generator + 16 (giurati dai 16 ai 19 anni).

BO – Categoria GENERATOR + 16
Deborah, 15 anni, desidera evadere dalla noiosa vita di provincia e lasciarsi conquistare dalle lusinghe della grande città. La sua nuova amica Jennifer, 18 anni, la guida fino al cuore della sfolgorante vita notturna di Anversa. Quando Jennifer le confessa di essere una escort, Deborah è incuriosita e intrigata da quello che sembra un modo facile di fare soldi. Dietro l’identità e lo pseudonimo di Bo, compie i suoi primi passi in un mondo che non è ancora in grado di gestire. Scivola così in una spirale che la porta a vivere palpiti a buon mercato, a provare la droga e ad entrare in un istituto minorile. Per salvarsi e uscire da questa spirale, Deborah potrà contare solo su se stessa e sulle proprie forze.

Motivazione del Premio: BO racconta la storia di una ragazza alla ricerca della sua personalità. Deborah ha 15 anni e ancora non sa come vivere il suo rapporto con gli altri (la famiglia e gli amici) e con l’ambiente che la circonda, tanto da mostrarsi camaleontica ed anche diversa a seconda delle situazioni e degli spazi che vive.
Dopo una serie di avventure che la portano dalla noiosa vita di provincia alla città rumorosa ed anche pericolosa, Deborah scoprirà le sue più intime inclinazioni riconciliandosi con la natura e la forza del mare, elemento che diventa fondamentale nella sua nuova vita di giovane donna.

Alternativasostenibile.it