Inghilterra: Torturano una rivale in amore, condannate a 5 e 3 anni di reclusione

Un tribunale britannico ha condannato a 5 e 3 anni di carcere due ragazze della contea di Kent colpevoli di aver torturato per oltre 18 ore una presunta ‘rivale’ in amore, procurandole ustioni con una miscela di acqua bollente e zucchero e seviziandola con mozziconi di sigarette e tacchi di scarpe. Nel pronunciare la sentenza il giudice della corte di Maidstone, che ha condannato le due ragazze per sequestro di persona e violenza privata, ha definito il loro comportamento “maligno”.

La vicenda risale allo scorso marzo quando Lucy Viner-Mood, 22 anni, e la sua coinquilina Lois Gibson, 18, hanno portato nel loro appartamento di Langton Green la 19enne Georgia Fenn, ‘colpevole’ di avere avuto un rapporto sessuale con l’ex fidanzato di una di loro. Lì le due hanno picchiato la loro vittima con calci e pugni fino a farla svenire, continuando poi a infierire su di lei versandole dell’acqua bollente dietro la testa, procurandole bruciature sulla schiena con sigarette e colpendola ripetutamente con i tacchi delle loro scarpe.

Durante il processo, l’avvocato dell’accusa Anne Philips ha raccontato come a un certo punto la Green abbia cercato di scappare dalle sue aguzzine, che l’hanno raggiunta, trascinata di nuovo in soggiorno e torturata ancora per tutta la notte, tenendole tra l’altro un accendino sotto il mento per diversi minuti e bruciandole anche una mano. Solo nel pomeriggio del giorno successivo le due hanno cacciato dall’appartamento la loro vittima, coperta solo da una vestaglia impregnata di sangue. Al suo arrivo in ospedale, la Green aveva entrambi gli occhi neri, i capelli tagliati, il setto nasale fratturato e ustioni di secondo grado in varie parti del corpo.

Adnkronos