Governo, parla Casini: Udc non soccorrera Berlusconi, noi rimaniamo all’opposizione

Roma, 31 lug. No da Pier Ferdinando Casini ad ogni ipotesi di soccorso, sia esso organico o anche solo parlamentare, all’attuale governo Berlusconi. “Non sono diposto ad entrare nè ad aiutare: resto fedele al ruolo e all’impegno che ci hanno dato i nostri elettori che è quello di essere all’oposizione di questo Governo. Ho invece detto in ogni sede, in quelle pubbliche come nelle cene private – sottolinea Casini, intervistato dal Tg2 Rai- che siamo pronti ad impegnarci per un nuovo governo di responsabilità nazionale che affronti insieme i grandi problemi che il nostro Paese ha davanti e finalmente realizzi le riforme necessarie. Non c interessa un governicchio per tirare a campare”. In questo senso, Casini non nega la differenza con il governo finalizzato alla sola legge elettorale prospettato da Massimo D’Alema, ma sottolinea che si tratta di proposte nello stesso solco. “La proposta dio D’Alema può anche andare bene. La differenza è che io penso che il nuovo governo debba però affrontare anche scelte che potranmno essere molto impopolari. In ogni caso, come diceva un celebre santo, ‘è meglio zoppicare sulla strada giusta che correre su quella sbagliata’ e purtroppo in questo momento stiamo correndo su quella sbagliata”. Casini considera infatti tutt’altro che scontata la nascita di un nuovo Governo. “Può anche essere che questa maggioranza trovi il modo di rappatumarsi e tirare avanti per un pò di tempo. Ma è evidente comunque che non sarebbe altro che un tirare a campare, non un governo. Ormai in questa maggioranza si è arrivati agli stracci. Il Paese, invece, avrebbe assoluto bisogno di un governo che governi davvero”. Quanto alla possibile transumanza di parlamentari fra i gruppi a seguito del ridimensionamento del Pdl e della nascita dei gruppi finiani, “può anche essere che la campagna acquisti, che io considero un’indecenza, sia partita. Ma sono assolutamente certo dei parlamentari Udc: sono persone serie, coerenti al loro impegno politico”.

Apcom