Maratona, Europei di Barcellona: Medaglia di bronzo per la Incerti

Quarta medaglia per l’Italia agli Europei di atletica di Barcellona. Dopo gli argenti di Schwazer nella 20 chilometri di marcia e di Vizzoni nel martello e il bronzo di Meucci nei 10 mila, oggi è arrivato il terzo posto di Anna Incerti nella gara più nobile, la maratona. La 30enne atleta siciliana si è piazzata alle spalle della lituana Balciunaite e della russa Yulamanova.

La Balciunaite, quarta agli Europei di quattro anni fa, è scappata al trentesimo chilometro e non è stata più ripresa dalle avversarie, chiudendo in 2 ore 31 minuti e 14 secondi con un minuto di vantaggio sulla Yulamanova e uno e mezzo sulla Incerti. Due delle grandi favorite della vigilia – la romena Lidia Simon, campionessa mondiale nel 2001 e detentrice del miglior tempo tra le 43 atlete in gara, e la portoghese Barros, sesta ai Mondiali di Berlino 2009 e autrice della migliore performance stagionale – sono crollate dopo l’attacco della lituana. La Simon si è addirittura ritirata a metà percorso. Erano assenti due grandi della specialità come la britannica Radcliffe, che è incinta, e la francese Daunay, che non ha preso parte alla gara per motivi fisici.

Prima in lacrime, poi sorridente e felice: così la Incerti ai microfoni della Rai dopo la sorprendente medaglia di bronzo nella maratona degli Europei. «“Non me l’aspettavo proprio, è stata una sorpresa – ha detto l’azzurra -. Il mio allenatore ci ha sempre creduto e me lo diceva, io invece speravo di arrivare nelle prime cinque. Per me questo bronzo vale oro: ci ho creduto dall’inizio alla fine e forse alla fine mi sono anche un po’ accontentata. Speravo fosse il giorno della mia vita e oggi è andato tutto perfetto». Molti i ringraziamenti e le dediche della maratoneta italiana, all’allenatore, al marito, al collega in azzurro Stefano Baldini (in gara domani), ma una particolare: «Ringrazio una pasticceria di Bagheria, sono davvero miei grandissimi tifosi». Lì vicino, i sostenitori di Anna Carmela venuti dalla Sicilia, ma anche dal Friuli, agitano uno striscione con la sua foto e festeggiano.

Tuttosport.com