Cinema, VIII edizione del Molise Festival, ospite la Mezzogiorno con documentario su padre

Oltre cento proiezioni in programma, tre sezioni competitive di cortometraggi (internazionali, italiani e di animazione) a cui si aggiunge un concorso di documentari internazionali. Inoltre una rassegna di film italiani, una sezione retrospettiva, mostre, eventi, incontri, concerti e tanti ospiti.
Questo il programma dell’ottava edizione di MoliseCinema che si svolgerà a Casacalenda, in provincia di Campobasso, da martedi’ 3 a domenica 8 agosto.
Il festival, che promuove il ritorno dei cinema nei piccoli paesi, rafforza il suo carattere internazionale con una pre-selezione di oltre 850 titoli che sono arrivati in Molise da ben 62 paesi dei cinque continenti.
Ospite d’eccezione di questa edizione è Giovanna Mezzogiorno, che il 6 agosto presenterà  il documentario ”Negli Occhi”, dedicato alla figura di suo padre Vittorio Mezzogiorno scomparso nel 1994.
E poi il regista Citto Maselli, uno dei maestri del cinema italiano, Valentina Carnelutti, tra le attrici più apprezzate della sua generazione, Rocco Papaleo, che oltre a presentare il suo film ”Basilicata coast to coast” si esibirà in concerto con la sua band, lo sceneggiatore Giovani Gavalotti, vincitore del David di Donatello e tanti registi dei film in programma.
Il concorso Paesi in corto offre un’ampia panoramica sul più recente e innovativo cinema breve mondiale.
Tra i 23 titoli anche il pluripremiato neozelandese “The Six Dollar Fifty Man”, vincitore al Sundance film Festival, il sudafricano ”Father Christmas doesen’t come here”, vincitore del Tribeca Film Festival, il francese ”Chienne d’histoire”, Palma d’oro al Festival di Cannes.
In programma anche ”Blue Sofa”, con Pippo Del Bono vincitore al Festival di Clermont Ferrand.
Sul fronte del documentario tre anteprime italiane di grande livello: ”All My Fathers” di Jan Riber, sulla ricerca tragicomica di un padre, rivelazione dell’ultimo festival di Berlino, ”Two Escobars”, dedicato alle vite parallele del calciatore ucciso in Colombia dopo un autogol e del piu’ efferato narcotrafficante, e il pluripremiato “His and Hers” di Ken Wardrop.
Tra gli eventi speciali, il critico Andrea Cortellessa presentera’ ”Senza scrittori” il documentario ‘fantasma’ sull’editoria libraria, insieme a Franco Cordelli e a Luca Archibugi, mentre il regista Amedeo Fago si esibirà, quale evento di chiusura del festival, nel suo storico spettacolo teatrale Risotto.
In programma il documentario sul giallo della ”Coppa RImet” di Filippo Macelloni, mentre il giornalista Giuseppe Caporale presenterà  ”Colpa nostra” il discusso documentario sul terremoto dell’Aquila diretto da Walter Nanni

A far da cornice a MoliseCinema la suggestiva mostra fotografica di Giovanni Piperno che ha per oggetto volti e set del cinema italiano e l’iniziativa ”C’era una volta un cinema” sulle sale che chiudono e riaprono.
E ancora un gemellaggio con i marciatori di CamminaMolise che faranno tappa al Festival nella giornata del 5 agosto, l’esibizione musicale dell’Accademia mandolinistica molisana, ”Girare il Molise”, con i giovani registi della regione, presentazioni di libri sulla Memoria, i corti di Amref, le proiezioni per bambini di Cartoon network e tanto altro ancora.
Nell’esplorazione dei territori visivi Molisiecinema apre anche una finestra sulla videoarte internazionale, in collaborazione con l’associazione Kalenarte. Si terranno poi tre seminari di cinema. Il primo su Regia e fotografia con Giovanni Piperno (5 agosto); il secondo sulla sceneggiatura con Daniele Cesarano (6 agosto), il terzo sulla commedia all’italiana con Raffaele Rivieccio, che cura anche la retrospettiva ”Viva l’Italia, Abbasso l’Italia”, sull”Italia incivile e i suoi anticorpi’.
Seguirà dall’11 al 13 agosto la sezione itinerante MoliseCinema Tour che quest’anno tocca i paesi Baranello, San Giuliano di Puglia e Cercemaggiore.  

Fonte: AdnkronosSito internet: molisecinema