Pakistan, allarme Monsoni: quasi 3000 decessi e pericolo Colera

Oltre mille persone sono morte in Pakistan a causa delle alluvioni che hanno colpito la regione di Peshawar, nel nordovest del Paese negli ultimi giorni. Ma secondo quanto rendono noto fonti ufficiali, il bilancio delle vittime potrebbe essere molto più alto: si parla di 3.000 decessi. ”Il grado di devastazione è talmente ampio che è possibile che in molte zone vi siano danni e vittime che non ci sono ancora stati comunicati”, ha spiegato il portavoce dell’esercito, il generale Athar Abbas.

Sono oltre 30mila i militari mobilitati nelle operazioni di soccorso, 19mila le persone tratte in salvo fino a ora. ”Di fatto, nessun ponte è rimasto in piedi nello Swat. Tutti i ponti principali e secondari sono rimasti completamente distrutti”, ha aggiunto il portavoce. E secondo i media locali oltre 27 mila persone sono ancora in attesa di soccorsi in diversi centri abitati rimasti isolati.

Le Nazioni Unite stimano in circa un milione gli sfollati , mentre si registrano già i primi casi di colera. Intanto la comunità internazionale si è mobilitata e l’Unione europea ha stanziato un aiuto di emergenza di 30 milioni di euro. Per i prossimi giorni, sono previste altre piogge.

Adnkronos