Charlie Sheen patteggia condanna per aggressione: andrà 30 giorni in comunità

Charlie Sheen è stato condannato a 30 giorni di permanenza in un centro di disintossicazione da droga e alcol a Malibu, in California.
L’attore americano (Platoon, Wall Street), 44 anni, era stato arrestato a Natale ad Aspen, in Colorado, per aver aggredito la terza moglie, Broke Muller, durante una lite, minacciandola di morte con un coltello alla gola. Condannato a 30 giorni di carcere, l’attore ha concordato la conversione della pena in 30 giorni di comunità.

Fonte: Ansa