Codice della Strada, con le nuove norme più tutela per gli animali selvatici

Grazie alle nuove norme del Codice della strada, c’e’ una speranza in piu per gli oltre 1,6 milioni di animali selvatici che ogni anno periscono sulle strade italiane.

La LIPUBirdLife Italia, infatti, sottolinea l’inserimento dell’obbligo da parte del conducente di fermarsi e prestare soccorso agli animali investiti, nonché di richiedere un tempestivo intervento alla polizia provinciale e al Corpo Forestale dello Stato, e la possibilità per i servizi di vigilanza zoofila di fare uso degli stessi dispositivi di segnalazione normalmente adottati dalle autoambulanze per uso umano per il trasporto di un animale in gravi condizioni di salute.

Marco Dinetti, responsabile Ecologia urbana LIPU-BirdLife Italia, ha dichiarato: “Le nuove norme rappresentano un segno tangibile di civiltà che ci avvicina al resto dell’Europa, da tempo sensibile e attenta ai diritti e alle esigenze degli animali e della natura, proprio nell’Anno internazionale della biodiversità proclamato dalle Nazioni Unite. Ora occorre intensificare la sensibilizzazione degli automobilisti, estendendo le campagne educative che la LIPU ed altri enti e associazioni hanno già avviato da alcuni anni, ma soprattutto serve un impegno tangibile e costante da parte delle autorità che progettano e gestiscono le infrastrutture di trasporto, in primis le amministrazioni provinciali e le società di gestione delle autostrade”.
Un impegno, questo, in grado di garantire una maggiore sicurezza non solo per gli animali ma anche per tutti gli automobilisti.

Alternativasostenibile.it