M.O, scontri Israele- Libano, morti tre soldati libanesi, un ufficiale israeliano e un giornalista

Scontri di stamani tra soldati libanesi e israeliani lungo la Linea Blu di demarcazione tra Libano e Israele, pronto l’intervento dalla Unifil (la forza Onu dispiegata nel sud del Paese dei Cedri). ”C’è stato uno scontro a fuoco tra l’Esercito libanese e quello israeliano lungo la Linea Blu, nella zona di Adaisse – ha spiegato, all’Adnkronos, il portavoce di Unifil, il tenente colonnello Naresh Bhatt. I peacekeeper di Unifil nella zona stanno cercando di verificare le circostanze dell’incidente”. 
I governi di Israele e Libano- come riporta l’Agi –  si accusano invece reciprocamente per gli scontri scoppiati al confine. Dopo le accuse del presidente e del premier libanese, che hanno parlato di “aggressione”, è arrivata la replica israeliana, che minaccia “conseguenze” se gli scontri dovessero continuare. Per il ministero degli Esteri dello Stato ebraico “il governo libanese e’ responsabile per i seri incidenti”. Secondo una tv vicina a Hezbollah un alto ufficiale israeliano è stato ucciso negli scontri con l’esercito regolare libanese. La sicurezza libanese parla invece di un israeliano gravemente ferito.
Mentre l’Ansa scrive che sarebbero tre soldati i libanesi uccisi, tra cui anche un ufficiale israeliano e un giornalista libanese negli scontri tra Libano e Israle.
L’esercito di Beirut riferisce che altri quattro soldati libanesi sono feriti. La Tv al Jazira riferisce che l’esercito israeliano ha invitato i soldati libanesi a cessare il fuoco per permettere di recuperare i propri feriti in territorio libanese. La morte dell’alto ufficiale israeliano e’ stata resa nota da ‘fonti della sicurezza di Hezbollah.