Violenza sessuale in Sardegna: abusi dello zio sul nipote, in carcere anche la madre del bambino

NUORO, 3 AGO – Una giovane donna di Torpè che all’epoca dei fatti, tra il 2002 e il 2003, nulla aveva fatto per evitare gli abusi sul figlioletto, è stata arrestata dai carabinieri di Siniscola per il concorso nella violenza sessuale subita dal suo bambino da parte dello zio. Oggi i militari le hanno notificato l’ordine di esecuzione per la carcerazione ed è stata trasferita nella casa circondariale di Nuoro: dovrà scontare 3 anni e 10 giorni, condanna diventata nel frattempo definitiva. Secondo i giudici, la donna non aveva fatto niente per impedire che l’uomo abusasse del piccolo, che ora vive in una situazione protetta. Il principale imputato, lo zio, era già stato condannato dal tribunale. 

Ansa