Afghanistan, Ministro della sanità visita ospedale Emergency: soddisfatto del lavoro dell’associazione

Suraya Dalil, ministro della Sanità del governo afghano, ha visitato oggi l’ospedale di Emergency ad Anabah, nella Valle del Panshir. Ne dà notizia l’organizzazione umanitaria.
L’ospedale è stato costruito nel 1999 per offrire assistenza alle vittime di guerra. Con la fine dei combattimenti tra mujaheddin e talebani, i criteri di ammissione al centro sono stati estesi alla chirurgia d’emergenza, alla traumatologia e alla chirurgia d’elezione.
Con l’apertura delle unità di pediatria e di medicina interna, la struttura è diventata l’ospedale generale di riferimento per gli abitanti dell’intera valle.
Il ministro, rende noto Emergency, ha voluto visitare anche il vicino Centro di maternità, aperto nel 2003 per offrire assistenza qualificata e gratuita alle partorienti e ai neonati in un’area con uno dei tassi di mortalita’ materno-infantile piu’ alti al mondo.
Secondo L’Organizzazione mondiale della sanità, in Afganistan muoiono 19 donne ogni 1.000 parti. Suraya Dalil è entrata nella sala parto, dove due donne erano in travaglio, ed è rimasta molto colpita – riferisce l’ong – dall’assistenza offerta dal personale internazionale e locale. Uno staff solo femminile, reclutato e formato sul posto da ginecologhe e ostetriche internazionali, perché gli uomini non hanno accesso alla struttura.
Dall’apertura a oggi, nel Centro sono nati oltre 8.700 bambini. Il ministro, secondo Emergency, si è detto molto soddisfatto del lavoro dell’associazione, in una valle dove non esistono altre strutture sanitarie in grado di offrire cure gratuite e di qualita’.

Fonte: Ansa